Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Campagne / Le associazioni chiedono di rimpatriare Iceberg, il cane condannato a morte in Danimarca

Le associazioni chiedono di rimpatriare Iceberg, il cane condannato a morte in Danimarca

“Abbiamo scritto all’Ambasciatore danese in Italia ed al suo omologo italiano a Copenhagen per chiedere il rientro nel nostro Paese di Iceberg, la femmina di dogo argentino nata in Italia e trasferita in Danimarca insieme alla sua famiglia, attualmente detenuta dalle autorità danesi in attesa di essere soppressa perché appartenente ad una razza definita “pericolosa” e vietata, in base alla legislazione di quel Paese.

Iceberg adesso è in un canile danese, in quello che viene chiamato “braccio della morte”, a seguito di una zuffa tra cani e del lievissimo ferimento di una persona che, nel tentativo di separarla dall’altro cane, è stata graffiata accidentalmente (una “ferita” superficiale di tre millimetri, è scritto nel rapporto della polizia danese). A causa di questo incidente, le autorità locali l’hanno strappata alla sua famiglia, perché la legge danese prevede la soppressione dei cani appartenenti a determinate razze, tra cui il dogo argentino: una legge insensata, oltre che eticamente inaccettabile, che non risolve eventuali problemi legati all’aggressività del cane e che non ha alcun fondamento scientifico.

Ciò è confermato anche dalla legislazione italiana, che ha abolito la “lista nera” dei cani pericolosi (per i quali, comunque, non era mai stata prevista la soppressione) e che ha introdotto percorsi di formazione per detentori di cani ad aggressività non controllata e percorsi di recupero comportamentale per gli animali.

Il caso di Iceberg ha sollevato le proteste e l’indignazione di moltissimi cittadini che in questi giorni stanno rivolgendo appelli alle autorità danesi. Anche noi ci siamo immediatamente mobilitati, unendoci alla richiesta della famiglia di Iceberg sostenuta dall’associazione danese Fair Dog affinché il cane possa lasciare la Danimarca e fare rientro in Italia.

laria Innocenti
Responsabile LAV area Animali Familiari”

Comunicato stampa pubblicato da LAV sul proprio sito web, a questo link.

Anche ENPA è stata protagonista di un incontro con l’ambasciatore danese, e nella giornata di ieri ha dichiarato sul proprio sito web: “Attenzione, le notizie di queste ore relative a una positiva soluzione del caso sono prive di ogni fondamento. Per arrivare a un esito positivo, si sta lavorando in silenzio. ENPA è in contatto con Giuseppe, le ambasciate italiana e danese, con l’associazione Fair Dog e con i legali. Appena ci saranno novità o aggiornamenti, verranno comunicati attraverso i canali ufficiali di ENPA (sito web, Facebook e Twitter). Intanto, rispettiamo il riserbo deciso ieri con Giuseppe e con gli avvocati, lavoriamo per riportare Iceberg a casa.”

Chiunque volesse firmare la petizione per chiedere di risparmiare la vita ad Iceberg, può farlo cliccando qui.

Nella foto: Iceberg e il suo proprietario Giuseppe (fonte LAV).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Serena sono i cosiddetti paesi evoluti dell’area scandinava, vengono considerati oggi all’avanguardia.

    Sono nazioni dove sostanzialmente il liberalismo estremo ha sostituito il buonsenso e tutto ciò che di buono vi si poteva trovare, rimasto dal passato…

    Il paese europeo fino a poco tempo fa simbolo della Zooerastia e dei bordelli con animali dopo la Germania, la Danimarca.

    Il Medioevo a dir poco.

  2. sì che poi da quelle parti vige il “no ai cani aggressivi, sopprimiamoli” però come lasciano proliferare i bordelli clandestini con animali… secondo questa linea di filosofia quindi i cari danesi che frequentano determinati luoghi come minimo dovrebbero essere sottoposti a castrazione chimica, o no? -_-

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com