Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / [VIDEO] Prosciutto di Parma: ancora immagini shock dall’investigazione

[VIDEO] Prosciutto di Parma: ancora immagini shock dall’investigazione

Nuove immagini shock scattate all’interno di un allevamento di maiali destinati a diventare “prosciutto di Parma” sono state rese note negli scorsi giorni da LAV (qui il nostro articolo). L’allevamento in questione, fornitore appunto del Consorzio Prosciutto di Parma, è collocato in provincia di Cremona.

Commenta l’associazione EssereAnimali sul proprio sito web: “Ciò che viene mostrato non ci stupisce e conferma ancora una volta quanto abbiamo documentato in un’indagine durata 6 mesi. Il video Prosciutto Crudele ha fatto il giro del mondo e scioccato milioni di persone per il trattamento cui erano sottoposti i maiali rinchiusi in un allevamento fornitore del famoso Prosciutto di Parma. I maltrattamenti che abbiamo filmato sono stati constatati dal Corpo Forestale dello Stato nell’ispezione avvenuta il giorno seguente alla nostra denuncia.”

Nello specifico, EssereAnimali sottolinea come in ogni allevamento intensivo si verifichino in modo costante sempre le stesse problematiche: dal sovraffollamento agli animali feriti abbandonati a sé stessi nei corridoi, dai corpi degli animali morti lasciati assieme ai loro simili ancora vivi sino alle condizioni di detenzione pessime, all’interno di strutture quasi sempre luride e fatiscenti.

“Non ci stancheremo mai di informare quanta violenza comporta il consumo di carne, allo stesso tempo stiamo facilitando la scelta di migliaia di persone verso un’alimentazione a base vegetale.” conclude l’associazione.

Le immagini diffuse da LAV sono state riprese dagli attivisti di FreeJohnDoe, e possono essere viste cliccando qui. Questo il commento degli attivisti: “Raramente si sono viste immagini di così tanta crudeltà e violenza. Per questo motivo abbiamo deciso di diffonderle, perché più persone possibili possano vedere cosa accade in diversi allevamenti certificati come fornitori di alimenti considerati il vanto del “Made In Italy”. L’inchiesta ha avuto molto risalto con servizi su Tg1, Corriere della Sera, Leggo – Il sito ufficiale e diversi altri media. La LAV ha già effettuato la denuncia nei confronti dell’allevamento investigato e si attendono aggiornamenti al riguardo. Nel frattempo rimangono le immagini che “parlano”, e ci raccontano la vita di centinaia di questi animali costretti a sopportare una sofferenza inimmaginabile.”

A seguire, la video investigazione condotta da EssereAnimali.

Foto: alcune delle immagini LAV diffuse da FreeJohnDoe (fonte FreeJohnDoe su Facebook).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com