Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Processo agli uccisori del cane Angelo. Due chiedono la “messa alla prova”

Processo agli uccisori del cane Angelo. Due chiedono la “messa alla prova”

Due dei quattro ragazzi che hanno torturato, seviziato e infine ucciso il cane Angelo a Sangineto, filmandosi col telefonino e poi diffondendo il video, hanno richiesto la cosiddetta “messa alla prova” nel corso della nuova udienza del processo, che si sta tenendo a Paola (Cosenza). E’ accaduto ieri, come riporta Quotidiano.

Gli avvocati difensori, nonostante la brutalità del fatto e il sadismo che lo ha contraddistinto, hanno infatti giocato la carta della sospensione del processo con messa alla prova di due degli imputati presso i servizi sociali.

Commenta Paolo Bernini, parlamentare pentastellato che sta seguendo il processo: “Tale strategia, per fortuna rigettata dal giudice, è inaccettabile. Il Per questo la proposta di legge del Movimento Cinque Stelle che prevede l’inasprimento delle pene per i reati contro gli animali deve essere calendarizzata ed approvata in tempi brevi. Non siamo più disposti ad essere testimoni di tristi teatrini nelle sale damascate del Parlamento in cui parlamentari e alcune associazioni si parlano addosso per poi non raggiungere l’unico vero obiettivo che interessa agli animali: quello di avere pene più severe e non scontabili per chi commette reati di una gravità inaudita. Non c’è più spazio in una società civile per chi maltratta gli animali e per chi fa marketing sulla loro pelle”

Foto: il cane Angelo (archivio blog).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. La vergogna questi maledetti non sanno cosa sia!
    Altro che messa alla prova! Questi OMICIDI devono cominciare ad essere considerati in tutta la loro ferocia e brutalità ed essere puniti di conseguenza. Già abbiamo una legge ridicola, ulteriormente depenalizzata dall’attuale maggioranza, se poi a questi delinquenti diamo anche i premi e i cioccolatini siamo proprio messi bene!

  2. speriamo che non siano solo chicchere come sempre!

    se fosse cosi come dichiara il parlamentare allora si possiamo dire che piano piano arriviamo a pene giuste.

    “una civiltà sana si riflette nel rispettare gli Animali”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com