Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / [VIDEO] I pulcini vivi nel cassonetto. AnimalEquality e l’indagine in un allevamento tedesco

[VIDEO] I pulcini vivi nel cassonetto. AnimalEquality e l’indagine in un allevamento tedesco

“Una nuova investigazione mostra al pubblico le atrocità riscontrate all’interno di un ordinario allevamento di polli “da carne”.

Le telecamere nascoste di Animal Equality hanno ripreso immagini di estrema violenza in un allevamento nel nord della Germania, tra cui: diversi pulcini morti o in fin di vita ritrovati in mezzo a quelli ancora vivi; un operatore che afferra un pulcino con una pinza e lo calpesta con violenza, presumibilmente con l’intento di ucciderlo; animali deboli o feriti gettati all’interno di secchi e carriole insieme a quelli morti, rimanendo soffocati sotto i corpi dei compagni.

Particolarmente agghiacciante la scena in cui un operatore colpisce ripetutamente un pulcino con l’estremità di un badile, causandogli profonde ferite. L’uomo getta poi l’animale, ancora vivo, in un cassonetto della spazzatura.

Dodici ore più tardi, il pulcino è stato ritrovato e soccorso dai nostri investigatori…

Solo in questo allevamento sono presenti oltre 224,000 polli chiusi in 16 capannoni. Nessuno di questi animali vedrà mai la luce del sole né potrà mai respirare aria fresca.

Per massimizzare il profitto, nel corso degli anni l’industria ha selezionato geneticamente i polli al punto che, oggi, essi raggiungono il peso di macellazione a sole 6 settimane di vita. A causa del ritmo accelerato di crescita cui sono costretti, la maggior parte di essi ha difficoltà di locomozione e soffre di gravi problemi cardiovascolari e respiratori. Milioni di polli presentano deformazioni alle zampe e moltissimi tra questi rimangono completamente paralizzati a poche settimane dalla nascita.

Di conseguenza, moltissimi pulcini cadono sulla propria schiena e non riescono più a rialzarsi, e poiché sono impossibilitati a raggiungere gli abbeveratoi sono condannati a morire lentamente di sete. Altri, come mostrato nel video, vengono raccolti dagli operatori e buttati via senza alcuna pietà.

Animal Equality ha provveduto immediatamente a sporgere denuncia contro l’allevamento in questione per chiedere che i responsabili siano giudicati per le proprie azioni.

Vogliamo che queste pratiche brutali siano messe al bando al più presto.”

Comunicato pubblicato sul sito web di AnimalEquality, di cui potete vedere l’originale e la gallery completa cliccando qui.

Nella foto: un  momento dell’investigazione (fonte AnimalEquality).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

Un commento

  1. Mi viene solo da piangere, per la sofferenza di questi innocenti e per la rabbia…
    Ma questi maledetti come fanno a dormire la notte? Le loro coscienze dove sono???
    Ciò che mi sconvolge è sapere che ciò accade ogni giorno, ogni ora, ovunque nel mondo. La sistematica schiavitù e l’orrore a cui sottoponiamo le altre specie, per i motivi più svariati, è un delitto di cui un giorno dovremo dar conto…
    Grazie agli attivisti coraggiosi che compiono viaggi direttamente all’inferno e riescono anche a salvare qualcuno…

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com