Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Andria: investe e uccide cane di quartiere, poi fugge a tutta velocità

Andria: investe e uccide cane di quartiere, poi fugge a tutta velocità

Un cane di quartiere, molto docile e benvoluto dai residenti e dagli attivisti che si prendevano cura di lui, è stato investito e ucciso da un pirata della strada che si è poi allontanato a tutta velocità. E’ accaduto negli scorsi giorni ad Andria.

Secondo quanto riportato da VideoAndria, una dei cittadini che accudiva il randagio ha voluto diffondere la foto dell’animale ucciso per denunciare la gravità di quanto accaduto e sensibilizzare i lettori in merito all’importanza di fermarsi nel caso di un incidente della strada, anche quando la vittima non appartiene alla specie umana. Va comunque specificato che il Codice della Strada lo prevede, e che dunque il pirata della strada protagonista di questa storia ha commesso il reato di omissione di soccorso (“l’utente della strada, in caso di incidente comunque ricollegabile al suo comportamento, da cui derivi danno a uno o più animali d’affezione, da reddito o protetti, ha l’obbligo di fermarsi e di porre in atto ogni misura idonea ad assicurare un tempestivo intervento di soccorso agli animali che abbiano subito il danno. Chiunque non ottempera ai suddetti obblighi è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 389,00 a euro 1.559,00”).

Particolarmente dolce e affettuoso, il randagio è morto sul luogo dell’investimento, con gli occhi ancora aperti e un’espressione piena di terrore. L’auto che lo ha travolto è fuggita a grande velocità ma potrebbero esserci informazioni a sufficienza per identificarla.

Commenta la cittadina: “Non si può andare a 150 all’ora su una strada di residenza. Caro sindaco, non sterilizzi, non intervieni alle segnalazioni che le volontarie fanno ai vigili e al servizio veterinario, che è al collasso”.

I residenti sottolineano come quanto accaduto debba necessariamente servire a riaccendere i riflettori sul problema del randagismo nella zona di Andria, e sul maltrattamento e incuria cui spesso sono condannati gli animali senza casa.

Nella foto: il cane investito (fonte Annamaria Fallacara su Facebook).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

6 Commenti

  1. Il comune di Andria perchè non installa un autolex? Purtroppo oggi il primo problema sociale è la gente folle che non sono il pazzo che pure c’è ma la gente disturbata che fa i veri danni.R.I.P. povero cane di quartiere,i più belli che ci sono!

  2. Grazie per la risposta.
    La foto ed il gesto fanno male veramente.

    Che schifo.

  3. Ciao Johnny, non lo conosciamo purtroppo.

  4. Razza di criminale schifoso, questa gentaglia rimarrà libera ed impunita.

    La foto è straziante ed è davvero triste ed umiliante vederlo lì, riverso morto senza ragione.

    Perché?

    Non c’è nessuna giustizia in questo mondo, è solo uno schifo.

    Fosse per me prenderei provvedimenti drastici per tutto, non se ne può più di questi ed altri orrori!

    Per favore posso chiedere il nome del cagnolino se lo sapete?

    Grazie.

  5. Foto davvero straziante…… Cristosanto perchè non si sterilizza, visto la fine che fanno tanti cosiddetti “cani di quartiere”??????

  6. Serena lapenna

    Non s’è né può proprio più di voi maledetti criminali automobilisti assassini

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com