Home / Addii / [VIDEO] Canosa di Puglia: cagnolina a catena muore congelata. Sdegno sul web

[VIDEO] Canosa di Puglia: cagnolina a catena muore congelata. Sdegno sul web

cane-morto-di-freddo-a-canosa

E’ stata trovata rannicchiata su se stessa, nel disperato e purtroppo inutile tentativo di difendersi dal gelo che imperversa da giorni sull’Italia, la cagnolina morta di freddo a Canosa di Puglia. Il video del ritrovamento, filmato da due volontarie di zona che, con la voce rotta, si rendono conto del dramma che si sta consumando davanti ai loro occhi, è già diventato virale.

A uccidere l’animale sono state le bassissime temperature ma, prima ancora di quelle, l’indifferenza e il gelo emotivo siderale di chi avrebbe dovuto occuparsi e preoccuparsi di lei, quantomeno fornendole un riparo caldo nel quale riposare. La cagnolina, di taglia davvero piccola, è stata rinvenuta legata a una pesante catena ed è assai probabile che abbia trascorso così la sua intera vita.

E’ morta acciambellata, vicina al muro gelido: non è riuscita a difendersi dalle temperature sottozero che flagellano il sud e nessuno ha fatto in tempo a salvarla. Sfortunatamente, è anche possibile che in molti abbiano notato le sue condizioni scegliendo però di voltare lo sguardo dall’altra parte, come troppo spesso accade.

Le volontarie, che non erano a conoscenza della situazione, sono intervenute non appena ricevuta una segnalazione in merito alla vicenda, ma era troppo tardi. Hanno trovato la piccola già morta.

Il cane è stato trovato morto all’interno di una ex struttura commerciale ed ENPA ha avvisato le autorità. La sola cosa che le volontarie hanno potuto fare è stata sfilare la testa della cagnolina dal collare che la teneva legata, e poi coprirne il corpo. In ogni caso, l’intervento è stato attuato esclusivamente dalle volontarie senza la presenza di nessuna delle forze dell’ordine.

Altri due cani trovati nella struttura sono stati fortunatamente portati in salvo. Anche loro di taglia piccola, anche loro abbandonati al gelo. Non è chiaro se, al momento, vi siano novità in merito ai proprietari di questi ultimi tra gli ultimi, invisibili tra gli invisibili.

Foto: fonte video.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

10 Commenti

  1. egregia Rossella, ho dedicato il mio ultimo lavoro “invisibile suolo” anime invisibili proprio a loro e a voi

    non riesco più a dormire vedendo e sentendo giornalmente queste storie strazianti.
    Ma una cosa è certa, potremmo fare molto di più tutti, ma come è stato detto nessuno a visto e sentito nulla.
    Vorrei coinvolgere molte persone ad condividere il mio lavoro x poter aiutare queste creature meravigliose gli
    “Animali” ma mi viene detto che voglio fare Pubblicità x me, assurdo

    Grazie a tutti i volontari che ogni giorno rischiano la vita x salvare queste “anime invisibili”
    Grazie anche ai veri cittadini che segnalano queste crudeltà
    GRAZIE Lee Jones / Facebook

  2. Ciao Rossella dell’ENPA,volevo esprimere la mia vicinanza per quanto accaduto,noi qui del sito siamo spesso angosciati di quello che vediamo tantè che non ho nemmeno voluto vedere il video.Si spera che qualcuno dei potenti veda questa pagina e rifletta di come siamo messi perchè questa cagnolina non è stata vittima del freddo ma della barbarie moderna che ipocritamente chiamano civiltà.

  3. Ma intervenire un po’ prima no????????

  4. Ciao Rossella, grazie. Correggiamo subito. Siamo a disposizione se doveste avere bisogno di diffondere altro.
    PS: intendevamo guardie zoofile ENPA, non forze dell’ordine.

  5. Salve,sono la Presidente dell’Enpa di Canosa di Puglia.
    La ragazza che nel video piange,sono io.
    Volevo fare una specificazione, CON NOI NON C’ERA NESSUNA GUARDIA CON NOI.
    NESSUNO È INTERVENUTO.
    La catena delle cagnolina non è stata tagliata,ma le è stato sfilato il collare da una nostra volontaria.

  6. Sono storie che vanno oltre il terzo mondo,rendiamoci conto altro che Euro,Europa ecc…Io poi vorrei domandare a chi gli ha messo la catena che ha pensato in questi giorni?Sempre che lo tiene il cervello.

  7. Non ci sono parole…….solo V E R G O G N A

    chi ha fatto morire questa cagnolino deve pagare…….

    Io credo veramente che abbiamo raggiunto il fondo più fondo di cosi non si può più andare….
    ” SE L’ESSERE UMANO RICEVESSE SOLO LA METTÀ DI CIO’ CHE INFLIGGE AI ANIMALI, FORSE DA BESTIA RITORNEREBBE ANIMALE”

    “una civiltà sana si riflette nel rispettare gli Animali”

    Lee Jones

  8. Povera piccola…che tristezza, quanta rabbia nel vedere ancora tanta crudeltà nel confronti dei più indifesi…e ovviamente nessuno pagherà per aver spezzato la vita di questa piccina…

  9. Ma come si fa! Come si può accettare ancora oggi che i cani siano tenuti alla catena e on condizioni tanto misere e terrificanti!! Chi tratta con tanta crudele indifferenza le creature del mondo dovrebbe essere iscritto in una lista x non poterne possedere mai più e che Dio abbia pietà di lui! Certo io spero ne avrà x tutte le creature,umane e non, oltraggiate con tanta crudeltà dalla nosta tanto decantata umanità. E in questo contesto una volta di più posso solo ringraziare tutti i volontari e le persone di buona volontà che in ogni dove in ogni modo con le loro azioni ci riscattano un pó…

  10. Laura barachini

    Vergogna inaudita! Lasciare dei cani in simili condizioni in una struttura disabitata, legata poi ad una catena . Un cane che sarà pesato neanche 5 kg!!! Ovviamente non si riasalira mai al responsabile di questo gesto! Ma anche nel caso accadesse, sappiamo quanto la legge ignori queste azioni. Angelo docet!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com