Home / Appelli / [VIDEO] Teramo: OIPA racconta la storia di Ringo, “cane a metà”

[VIDEO] Teramo: OIPA racconta la storia di Ringo, “cane a metà”

ringo

“C’è voluta un’ora e mezza d’auto per raggiungere Ringo, randagio segnalato alle volontarie dell’OIPA di Teramo come “cane con un grave problema alle zampe”. Avvistato in uno sperduto paesino di montagna nell’entroterra abruzzese, le poche informazioni che si hanno di lui derivano dal racconto di un signore americano abitante nella zona che si occupava di sfamarlo.

Ringo sarebbe stato il cane di un contadino che lo investì accidentalmente senza, tuttavia, preoccuparsi minimamente di curarlo. Vittima di una vergognosa indifferenza, questo dolcissimo cagnolone di circa 6 anni è sopravvissuto fino ad oggi in una condizione pietosa, con ben tre fratture agli arti mai curate e che, calcificatesi senza un intervento correttivo, lo costringono a strisciare a raso terra compiendo solo per qualche secondo dei piccoli passi.

Impossibilitato a muoversi, Ringo trascorre l’intera giornata accasciato a terra, fermo sempre nello stesso posto. Oltre a provare molto dolore alle articolazioni, Ringo fa estrema fatica a stare in piedi e, quando ci prova, non riesce ad assumere comunque una postura normale.

Vista la gravità delle sue condizioni, le volontarie dell’OIPA di Teramo l’hanno sottoposto ad una serie di controlli e radiografie per capire come aiutarlo. Dopo un’attenta valutazione ortopedica, durante la quale sono state individuate due fratture ad entrambi gli arti anteriori e una all’arto posteriore destro, Ringo è stato sottoposto al primo intervento chirurgico all’arto più compromesso, l’anteriore destro, per consentire l’allineamento di radio e ulna interessati da un mancato consolidamento della pregressa frattura.

Gli ortopedici hanno previsto al momento due interventi per riallineare gli arti anteriori e, solo in seguito all’andamento del post operatorio, si valuterà cosa fare con l’arto posteriore.
Per ogni operazione, tra cui quella appena effettuata, è stato preventivato un costo di circa 1800 euro, ecco perché gli angeli blu dell’OIPA di Teramo lanciano un accorato appello nei confronti di chiunque possa aiutarli ad affrontare le ingenti spese veterinarie.

Con le loro proprie forze hanno recuperato Ringo, l’hanno accudito fino ad oggi con amore e attenzione accogliendolo in uno stallo casalingo, ma per restituirgli la dignità perduta hanno bisogno dell’aiuto di tutti.

Chiunque possa offrire un contributo economico per sostenere questo dolcissimo cagnolone che, nonostante la sofferenza ancora sorride alla vita, l’aiuterà concretamente a riacquistare quella metà di se stesso che ha perso a causa dell’indifferenza umana, talvolta più crudele della stessa violenza.

Per informazione su Ringo e gli aiuti da offrire: Monica Di Mascio Vice-delegata: OIPA Italia sezione Teramo e provincia; Tel. 338 5005895 – vice-teramo@oipa.org“.

Comunicato/appello pubblicato sul sito ufficiale di OIPA, a questo link.

Nella foto: Ringo (fonte OIPA).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

Un commento

  1. Spero proprio che, in primis, sia l’Oipa nazionale che, per sua fortuna, dispone di notevolissime risorse finanziarie, ad aiutare la sua sezione di Teramo!!!!!!!!! Ma possibile che le solite 4 o 5 associazioni animalare miliardarie quando “salvano” un animale, e dico uno, la prima cosa che fanno è chiedere ancora quattrini??????

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com