Home / Cronaca / Firenze: cane a spasso al parco ingoia droga. È in gravi condizioni

Firenze: cane a spasso al parco ingoia droga. È in gravi condizioni

È in gravi condizioni il piccolo cane che, negli scorsi giorni, ha ingoiato della droga trovata a terra, in un parco giochi di Fucecchio (Firenze).

Secondo il magazine NelCuore, che pubblica la notizia, la sostanza stupefacente si trovava in un luogo frequentato anche da famiglie con bambini, nel complesso di Parco Corsini.

Il cane rimasto vittima di questo anomalo avvelenamento è un esemplare di solo nove mesi di età, di piccola taglia, che versa in gravi ma apparentemente stabili condizioni a causa di una acuta intossicazione da oppioidi e cannabinoidi.

Sulla vicenda non sono, per il momento, noti altri dettagli ma si ipotizza, chiaramente, che la droga ingoiata dalla bestiola sia stata smarrita.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. Ma esistono ancora le FFOO in questo paese?
    No perchè beccare gli spacciatori non è che sia tanto difficile…
    La prima cosa che mi sono chiesto è stata ..e se fosse stato un bambino ad ingoiarla?

    Avrebbero smosso mare e monti per qualche giorno, poi sarebbe tornato tutto come prima, anche peggio.

  2. d’altronde per la metà delle persone il pericolo più grande nei parchi giochi sono le pupù dei “cagnacci”(poveri amori miei)…….e poi non guardano il resto di cani e porci umani che sostano giornalmente in certi luoghi,il cane ha mangiato quello che poteva ingoiare un bambino poi volevo vedere e sentire cosa dicevano……

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.