Home / Cronaca / Ordinanze anti-botti non rispettate: animali terrorizzati, comincia la conta delle vittime

Ordinanze anti-botti non rispettate: animali terrorizzati, comincia la conta delle vittime

Le notizie sugli animali dispersi perché terrorizzati dai botti di Capodanno sono, nel momento in cui scriviamo questo articolo, ancora piuttosto frammentarie ma riescono comunque a dare un’idea del fenomeno.

Nonostante le ordinanze cittadine contro l’uso di botti e petardi, fioccate un po’ ovunque in Italia soprattutto all’ultimo minuto e come sempre non rispettate, e le campagne di sensibilizzazione promosse dalle associazioni animaliste sulla corretta tutela degli animali durante i bombardamenti di San Silvestro, il numero di esemplari smarriti risulta ancora impressionante.

Secondo Il Punto a Mezzogiorno, nella sola zona di Latina sono stati almeno quindici gli interventi dei Vigili del Fuoco, durante la notte dell’ultimo dell’anno, finalizzati a mettere al sicuro gli animali che risultavano scappati, feriti o in condizioni di pericolo. In particolare, un cane lasciato stupidamente (ma davvero molto stupidamente) solo sul balcone si è lanciato nel vuoto per il terrore atterrando malamente sulla terrazza sottostante, dalla quale è stato prelevato dai pompieri che lo hanno poi riaffidato ai proprietari.

Un altro cane è rimasto ferito dopo essere fuggito per i botti e precipitato in un profondo dirupo. Numerosi anche i gatti bloccati sugli alberi in stato di totale terrore.

A San Benedetto del Tronto, invece, i gatti di due intere colonie feline risultano spariti dalla notte di San Silvestro quando, nonostante l’ordinanza anti-botti emessa dall’amministrazione comunale, si sono registrati bombardamenti un po’ ovunque. A comunicare la notizia, il magazine RivieraOggi: i gatti spariti sono, in tutto, ventidue e appartenevano a colonie tutelate e gestite.

Commenta un lettore: “Che senso ha emettere un avviso e non farlo rispettare? Si sono verificate molte esplosioni che hanno causato in primis la fuga dei gatti spaventati dai boati ma che sicuramente hanno arrecato problemi ad altri animali, come i cani, o come la fauna presente nella vicina Riserva Sentina. I botti possono essere fatali agli animali, oltre a danneggiare il loro udito ipersensibile possono provocare panico e decessi per infarto”.

Anche OIPA conferma la sparizione dei gatti delle due colonie feline e aggiunge di aver ricevuto numerose segnalazioni di animali scappati e scomparsi in tutta la Vallata.

ValdarnoPost comunica che, nella sola provincia di Firenze, almeno sette cani risultano fuggiti durante la notte di San Silvestro: si tratta di animali iscritti all’anagrafe canina e muniti di microchip, quindi il bilancio potrebbe essere parziale. Uno dei cani è stato ritrovato ferito, mentre un colombaccio è stato soccorso dopo aver riportato lesioni causate da un petardo.

Per BergamoNews, i cani fuggiti dalla città lombarda a causa dei botti sono stati moltissimi e numerose sono le segnalazioni di smarrimento e gli animali non ancora ritrovati.

A Massa, sono almeno quattro i cani recuperati tra il 31 dicembre e il 1 gennaio: tutti mostravano guinzagli o collari strappati. Diversi anche i gatti che mancano ancora all’appello.

Nella giornata di ieri abbiamo purtroppo comunicato che a Turi, in provincia di Bari, alcuni petardi lanciati all’interno del canile sanitario hanno provocato la morte, presumibilmente per infarto, di una cagnolina ricoverata: è possibile leggere l’articolo cliccando qui.

Incalcolabile, infine, è il numero di animali morti tra i volatili e i selvatici.

Secondo Consumerismo, l’uso di fuochi pirotecnici uccide mediamente 5000 animali all’anno.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

12 Commenti

  1. A Raffica:
    lasciamolo/a perdere. Fa soltanto pena.

  2. Patetico e frustrato sarai tu, msgari sei uno di quelli che piangono che i soldi son pochi e poi spendono una fortuna in botti….ecco perche’ godo quando a qualcuno salya una mano o un occhio…..viva i pet, abbasso l’essere umano, cancro del pianeta!!!

  3. mario lo bosco

    Patetici frustrati dalle bestie…..trombate di più !!!

  4. mario lo bosco

    ******** i padroni che non hanno tutelato i loro amici pelosi …magari erano più intenti a festeggiare…. W gli animali e i fuochi…

  5. Si esattamente, fare ordinanze senza controlli non serve a niente e nessuno.
    Il ponziopilatismo, patologia che fortemente affligge le amministrazioni comunali e in particolar modo i sindaci, è una piaga disastrosa.

    Mi domando se non sia ora (è passata..) di iniziare a vietare totalmente la vendita di materiale pirotecnico al pubblico, eccetto al limite quello dei fuochi silenzioni come fontane luminose e colorate immobili che fanno solo luce.

    Una curiosità:
    Pochi anni fa fa il sindaco della mia città emise la consueta e ponziopilatesca ordinanza antibotti, poi autorizzò lo sparo di CapodAno…. serve aggiungere altro?

  6. Che dire? è sempre la solita storia… temo che su questa, come se molte altre questioni riguardanti il rapporto uomo-animale, e non solo, il problema non sia tanto di leggi e ordinamenti, che pure sono necessari, ma di sensibilità, di intelligenza e soprattutto di coscienza! Finchè non progrediranno quelle, poco conteranno, purtroppo, le disposizione normative…

  7. quello che io mi chiedo è perchè non fanno rispettare le ordinanze facendo dei controlli a tappeto e sequestrando botti e petardi già tanto tempo prima ;ma poi la risposta arriva da sola nel sentire l’assenteismo dei vigili urbani e non solo a roma ma in tutta italia,perchè sfido chiunque se volesse dirmi che non è vero.Qualcuno mi può spiegare come mai non si vedono più in giro le forze dell’ordine e quindi ognuno fa quello che vuole e non si rispetta niente,ordinanze anti botti comprese.

  8. Chi si diverte con i botti è un frustrato per 364 gg.
    Chi si esalta a gettare botti dove vi è concentrazione di animali è un impotente.
    Chi non rispettai i divieti è un parassita
    Ma il proprietario che non è in grado di prevedere ed adottare misura extra per mettere in sicurezza i propri animali in tali ricorrenze è peggiore di tutti gli altri.

  9. Chi si diverte con i botti è un misero frustrato per 364 gg.
    Chi si esalta a gettare botti dove vi è concentrazione di animali è un impotente.
    Chi non rispetta il divieto di gettare botti è un parassita.
    Ma chi non percepisce a quali rischi sottopone il proprio animale in tali ricorrenze senza prendere provvedimenti extra di tutela, è anche peggiori degli altri.

  10. Più passa il tempo e più mi convinco che le vere bestie siamo noi umani. Il mio cane comprende e rispetta le regole, gli umani no. Chi è la bestia?

  11. E’ sempre la stessa storia in questo disgraziato paese: ordinanze su ordinanze e poi…nessun controllo! Quindi a che cavolo servono questi proclami? A nulla e intanto tante creature muoiono di crepacuore per uno dei più stupidi “divertimenti” degli umani.

  12. Discendiamo dal mondo animale ….dovremmo essere degli animali evoluti,purtroppo la realtà è ben divesa…..quanta tristezza

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.