Home / Addii / Firenze: gli astici vivi già avvolti nel cellophane. LAV: “È maltrattamento”

Firenze: gli astici vivi già avvolti nel cellophane. LAV: “È maltrattamento”

È stato un cliente della Coop di Sesto Fiorentino (FI) a rendere pubblico un breve filmato che testimonia l’agonia di alcuni astici, riposti ancora vivi nelle vaschette di polistirolo e avvolti completamente nel cellophane. Sulla confezione, l’etichetta “Promozione”.

Racconta il cliente: “Ho girato queste immagini il giorno della vigilia di Natale intorno a mezzogiorno, all’interno del supermercato Coop di Sesto Fiorentino. Ho toccato i crostacei e ho visto che alcuni di loro, tre o quattro, si muovevano ancora mentre gli altri erano morti”. Il testimone racconta anche di aver già messo al corrente “chi di competenza”.

LAV di Firenze commenta: “Si tratta di maltrattamento di animali. Astici e aragoste dovrebbero essere tenuti in acquario, in una condizione se non uguale almeno simile a quella naturale. Si tratta di maltrattamento anche quando i crostacei vengono tenuti nel ghiaccio e con le chele legate. È chiaro che in questo caso si può fare richiesta di intervento denunciando il fatto al Corpo Forestale dello Stato o alla Polizia Provinciale”.

In effetti, l’articolo del Codice Penale italiano relativo al maltrattamento di animali, il 544-ter, risponde che la punizione con la reclusione (mai applicata) o con una multa debba essere inflitta a chiunque “per crudeltà o senza necessità”, cagioni “una lesione a un animale o lo sottoponga a sevizie o comportamenti o fatiche o lavori insopportabili per le sue caratteristiche etologiche”.

Inutile precisare che già da tempo è noto come i crostacei soffrano terribilmente le condizioni cui sono sottoposti durante le fasi della commercializzazione e dell’uccisione – che di norma avviene tramite immersione nell’acqua bollente.

La Coop coinvolta nella questione ha dichiarato al quotidiano Il Tirreno di “rispettare la normativa nazionale sul maltrattamento degli animali” e che “effettuerà un’attenta e puntuale verifica”.

Il video che testimonia la vicenda può essere visto a questo link.

Foto: fonte video.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

5 Commenti

  1. A parte la legge italiana che fà schifo,io sono sicuro che queste cose si combattono diffondendo il più possibile la cultura degli animali e della natura.

  2. Il reato è evidente, più evidente di così.
    Comunque alla Coop non ci andavo nemmeno prima, adesso sono certo di non andarci proprio.

  3. Poverini. Agonia pura e ingiusta. Povere creature non è giusto.

  4. Davvero orribile, oltre che di pessimo gusto. Ed oltre al danno anche la beffa, (“Promo”). Nessun rispetto per chi non è umano.

  5. come ammazzano gli astici è una cosa terribile. il mettono vivi nell’acqua bollente. la prima volta questo modo di uccidere non ho più mangiato nessun astice.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.