Home / Campagne / Depenalizzazione dei reati contro gli animali: si uniscono e si mobilitano le associazioni

Depenalizzazione dei reati contro gli animali: si uniscono e si mobilitano le associazioni

“Un “mail bombing” su governo e Parlamento e una giornata nazionale di mobilitazione, il 24 gennaio. Così la Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente, fondata da Lav, Enpa, Oipa, Lega Nazionale difesa del Cane e Lega italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente, che oggi riunisce 34 associazioni animaliste e ambientaliste, protesta contro lo “Schema di Decreto legislativo recante Disposizioni in materia di non punibilità per particolare tenuità del fatto”: vero e proprio “colpo di spugna” che rischia di cancellare in un attimo dieci anni di norme penali su maltrattamenti e uccisione di animali. Tali reati, infatti, rientrano nel limite massimo dei cinque anni di reclusione per i quali, secondo il decreto, scatterebbe la non punibilità. Perciò la Federazione chiede a tutti i cittadini di inviare mail di protesta al premier Renzi, al ministro della Giustizia Orlando, ai membri delle commissioni Giustizia di Camera e Senato.

Se il testo fosse approvato, non potrebbero più esserci processi come quello in corso contro l’allevamento Green Hill di beagle per la vivisezione, le condanne di allevatori per lo scandalo “vacche a terra” o di cacciatori per uso illegale di richiami vivi, di circensi, di organizzatori di combattimenti fra cani e di trafficanti di cuccioli. Anche i sequestri di animali sono a rischio, poiché con l’archiviazione gli stessi animali dovranno essere restituiti a chi li deteneva e li maltrattava.

Il Giudice, infatti, dovrà tener conto della “tenuità dell’offesa” e, contemporaneamente, “della non abitualità del comportamento” dichiarando la ”non punibilità” del fatto e riducendo il tutto a una causa in sede civile per risarcimento danni. Per i reati contro gli animali come per tanti altri, dal furto all’abuso d’atti d’ufficio, dalla bancarotta semplice alla corruzione (tanto che, per quest’ultima, il Governo è corso ai ripari con un Disegno di Legge che se sarà approvato porterà da 4 a 6 anni la pena per questo reato, facendolo uscire dall’applicazione di questa norma-capestro) perché questo Schema di Decreto Legislativo, ha scritto il Governo (http://urlin.it/12ddc6), una volta approvato, “consentirà una più rapida definizione, con decreto di archiviazione o con sentenza di assoluzione, dei procedimenti iniziati nei confronti di soggetti che abbiano commesso fatti di penale rilievo caratterizzati da una complessiva tenuità del fatto, evitando l’avvio di giudizi complessi e dispendiosi laddove la sanzione penale non risulti necessaria”.

Benché parziale, la riforma del Codice penale sugli animali, realizzata nel 2004 dalla Legge 189 – con sanzioni inasprite nel 2010 dalla Legge 201 – ha rappresentato una pietra miliare nel riconoscimento della tutela degli animali nel nostro ordinamento giuridico.

Se sarà approvato in via definitiva lo “Schema di Decreto legislativo recante Disposizioni in materia di non punibilità per particolare tenuità del fatto”,l’Italia si arrenderà al maltrattamento degli animali, nonostante le affermazioni del Trattato di Lisbona sul funzionamento dell’Unione europea che li riconosce esseri senzienti e impegna gli Stati all’applicazione di questo principio. E’ giusto, doveroso, snellire il carico dei procedimenti giudiziari, ma non lasciando impuniti penalmente gli autori di reati gravi che destano allarme sociale. (19 dicembre)

Della Federazione fanno parte Enpa, Lav, Leidaa, Lndc, Oipa,AAE Conigli, AiutiamoFido, Amici Animali Onlus, Cani & Mici per Amici Onlus, City Angels, Earth, Eolo a 4 zampe, Frida’s Friends Onlus, I Favolosi Cani 80, Il Rifugio del Micio, Noi Animali, Ombre a 4 zampe, SOS Gaia, SOS Levrieri, Tartamondo Onlus, Gaia Italia, L’Arca della Valle, Anita Onlus, Leal, Mondo Gatto Gruppo Volontari Onlus, Anima Equina Onlus, Con Fido nel Cuore Onlus, Diamoci la Zampa Onlus, Samu Italia Onlus, L’unione fa la forza, Amoglianimali, Voce animale, IHP.”

Comunicato stampa pubblicato da ENPA sul sito web ufficiale dell’associazione.

Foto: archivio.

AGGIORNAMENTI: IL MINISTERO DEGLI INTERNI HA DICHIARATO CHE LA DEPENALIZZAZIONE NON COLPIRA’ I REATI DI MALTRATTAMENTO DI ANIMALI. L’ARTICOLO CLICCANDO QUI.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

22 Commenti

  1. Gentile Mario, sicuramente avrà letto l’aggiornamento in chiusura di articolo. Non è comunque esatto dire che la notizia “non è vera”. Buone feste.

  2. Magari sarebbe meglio leggere bene l’emendamento prima di criticare , in quanto la notizia non e’ vera…..

  3. Siamo arrivati a vivere in un mondo seni civile e tutto grazie alle regole che ci sono in questo paese che giorno dopo giorno si sta rovinando e vogliono depennare i reati verso gli animali? Toglietelo anche verso le donne e bambini e arrivermo all’era dei primitivi! I nostri antenati anno fanno tanto x darci questo e noi stiamo tornando indietro invece di andare avanti! Togliete un loro diritto perché loro non possono libellarsi giusto? ? Allora toglieteci anche il diritto della mutua maternità dello stipendio! Ma questo non possono farlo altrimenti ci sarebbe la ruvoluzione civile invece prensersela con degli esseri come gli animali è più facile! Codardi!

  4. Possibile che invece di evolverci, regrediamo. Ne hanno dette di tutti i colori a chi con amore e passione ha lottato e continua a farlo per difendere i diritti degli animali. E quando sembrava che le cose stessero cambiando a favore di essi. ….ecco la decisione. Ma di chi? ??? Chi dobbiamo ringraziare? Renzi??? Spero che si riveda tutto.

  5. No no no no alla depenalizzazione! !!!!!!!!!!

  6. Aveva ragione uno scrittore (non ricordo il nome) che diceva: “Più conosco gli uomini e più amo gli animali”.

  7. Ciao Marco, benvenuto.

  8. Ma quale mail????? Andiamo TUTTI a Roma…..organizziamo una manifestazione!

  9. Non vedo nessun motivo per la depenalizzazione, che serve solo a dare ancora vantaggi a chi infierisce su di un essere…
    e basta chiamarli animali!!!! è un termine troppo vecchio…
    Credo assolutamente in una cosa,
    che se certe decisioni le prendessero loro, con i loro valori di affetto, non farebbero nessuna legge….
    perchè essi, non ci farebbero mai del male…
    ciò esula dai loro pensieri..
    QUESTA È LA PIÙ GIUSTA RIFLESSIONE
    e non quella di un politico e ne quella di uno stato, ma quella di un UOMO che con tutti i grandi meriti per dove è arrivato con la tecnologia,
    non si rende conto che stà regredendo in maniera disastrosa…
    e visto che è Natale…
    i miei Migliori Auguri vanno a gli esseri Speciali
    quindi, vi Auguro che l’ uomo migliori perchè purtroppo, il vostro futuro dipende da questo essere, oggi, deplorevole e povero di principi e privo di valori, io personalmente non ho speranze, ma l’ unica che ho è che tutti questi abbiano GUAI quanto ne procurano a voi…
    INBOCCALUPO a tutti….
    Marco Calzolai

  10. E’ ora che ci sia una legge seri che li tuteli contro ogni forma di crudelta’ e sfruttamento….sono esseri senzienti e sentono soffrono come noi!!!!! basta crudelta’ hanno diritto alla vita e chi fa loro del male deve essere punito….!!!Sono contro questo assurdo provvedimento…..e mi impegnero’ con associazioni che decideranno lottare contro cio’…..dopo lotte di anni siamo tornati indietro …tutto questo non puo’ e non deve essere accettato….

  11. Gentile Flavia, trovi tutte le informazioni sul sito http://www.enpa.it alla sezione “comunicati stampa”

  12. Toni moderati e civili verso uomini Che fanno leggi ed emendamenti della massima inciviltá? Definirli barbari bastardi e moderato?

  13. Vorrei sapere come fare per scrivere ai vari ministri ..ma non garantisco i toni educati e civili……con certe persone la civiltà e l’educazione sono un’utopia

  14. mi vergogno del mio paese

  15. Sto tenendo le dita incrociate. Non posso credere che questo governo sia tanto povero di cuore e di cervello… Se passasse questo Decreto saremmo la vergogna del mondo, non solo dell’Europa. Non si può tornare indietro di vent’anni, cancellare tutte le nostre battaglie, vinte con coraggio e dedizione a LORO, i più puri fra i puri, i senza voce, gli innocenti per antonomasia.
    Questo Governo mi fa sempre più schifo. E mi fa paura.

  16. Cara Rosanna, non stanno ritirando ma precisando che i maltrattamenti sugli animali non subiranno depenalizzazione salvo discrezionalità del giudice. domani pubblichiamo quanto riferito dal ministero della giustizia.

  17. E ora che ci sia una legge per tutelare gli abusi sugli animali basta maltrattamenti un essere vivente come noi ha il diritto di vivere ed essere tispettato difeso tutelato …

  18. Se non erro, mi pare che, vista l’indignazione al cubo, di tutti gli animalisti, stiano ritirando questa idiota delibera! Speriamo che sia proprio così!!!!!!!

  19. Contrario ad ogni abuso di potere di questo governo illegittimo, totalitario e fascista criminale, questa depenalizzazione è l’ennesimo abominio giuridico, etico, morale, vogliono il degrado sociale, il PD è il nuovo partito della Mafia (Roma docet) e non può che agevolare i criminali/complici in tutti i modi.

    Assassini, dal primo all’ultimo, stanno uccidendo tutto e tutti poco alla volta, criminali dovete finirci voi in galera!

  20. GIUSTIZIA PER GLI INDIFESI, LORO NON HANNO PAROLA NON POSSONO DIFENDERSI ,NOI DOBBIAMO PROTEGGERLI E LO GRIDEREMO A VOCE ALTA !!!!!
    PERCHE LORO SOFFRONO HANNO PAURA E AMANO ,AMANO NOI NON POSSIAMO ABBANDONARLI ,NOI SIAMO LA LORO VOCE .
    PERFAVORE AIUTIAMOLI
    marina

  21. Io sono contro questo assurdo provvedimento, e darò il mio appoggio a tutte le misure che le associazioni vorranno mettere in campo affinché chi usa violenza contro gli animali abbia la giusta punizione. Maltrattare gli animali e’ un crimine contro la natura, contro gli uomini che li rispettano, contro la morale e, per chi crede, anche contro Dio.
    Liana Bonfrisco, Valeggio s/Mincio (Verona)

  22. fatemi sempre sapere di questa cosa ,perchè anch’io nel mio piccolo possa fare qualcosa

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.