Home / Addii / È morto (in uno zoo) uno dei sei rinoceronti bianchi occidentali rimasti al mondo

È morto (in uno zoo) uno dei sei rinoceronti bianchi occidentali rimasti al mondo

Si chiamava Angalifu e aveva 44 anni il rinoceronte bianco occidentale morto qualche giorno fa nello zoo di San Diego. Restano ora cinque in tutto, in tutto il pianeta, gli esemplari rimasti di questa specie ormai inevitabilmente sulla via dell’estinzione.

La notizia della morte di Angalifu è così grave da aver fatto, in poche ore, letteralmente il giro del mondo – e poco importa che sia morto per cause naturali, a causa dell’età avanzata. Perché con cinque esemplari di rinoceronte bianco occidentale rimasti e la riproduzione difficilissima, il destino di questa specie pare segnato.

I rinoceronti bianchi occidentali, inutile precisarlo, non si stanno estinguendo da soli: nel corso degli anni sono stati sistematicamente annientati dai bracconieri per il loro corno, considerato un potente afrodisiaco e utilizzato in alcune medicine tradizionali asiatiche, ma banalmente composto di cheratina – la stessa sostanza che forma le nostre unghie.

Lo zoo di San Diego ospita un altro rinoceronte bianco occidentale: si tratta di una femmina di nome Nola, anche lei anziana. Un altro esemplare di sesso femminile, Suni, è morta lo scorso ottobre nel parco keniota nel quale viveva.

Dei cinque superstiti, uno soltanto è ancora giovane: è un maschio di nome Nabire e anche lui è chiuso in uno zoo, quello di Dvur Kralové, nella Repubblica Ceca. Gli ultimi tre sono invece in Kenya, in una riserva.

Nel 1963, i rinoceronti bianchi occidentali erano mille. Oggi, solo la fecondazione in vitro potrebbe forse salvarli.

Foto: Angalifu (fonte CNN).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. E che vi devo dire gli animali sono vittime privilegiate della specie umana che beffardamente li tutela quando sono decine in tutto il pianeta e li stermina quando sono tanti

  2. Tristezza senza fine, si spera che chi di dovere possa salvarli dall’estinzione imminente.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.