Home / Addii / L’Aquila: volpe uccisa ed esposta assieme ai corpi dei suoi cuccioli

L’Aquila: volpe uccisa ed esposta assieme ai corpi dei suoi cuccioli

Qualcuno ha ucciso una volpe e i suoi due cuccioli e ne ha esposto i corpi in maniera ordinata, calcolata: l’obiettivo? Lanciare, evidentemente, un messaggio di violenza.

È accaduto nei pressi de L’Aquila negli scorsi giorni.

I tre animali sono stati uccisi a colpi di fucile e disposti nella zona di Roio. A scoprirli, il consigliere comunale Enrico Perilli durante una passeggiata.

Al momento del ritrovamento, le volpi erano state uccise da qualche giorno.

Perilli commenta: “Una famiglia intera di volpi, compresi i cuccioli, uccisi con un fucile da caccia. Un gesto di volgare vanto e prepotenza, tipico di chi esce in giro col fucile in questi periodi dell’anno. L’ennesima strage ai danni di animali indifesi e una dimostrazione gratuita di violenza”.

Sono state avvisate le autorità competenti e le associazioni animaliste di zona, ma non è chiaro se vi saranno approfondimenti in merito alla vicenda. Secondo la dottoressa Cristiana Graziani, veterinario di Animalisti Italiani ONLUS, è necessario un “giro di vite” agli esami di abilitazione all’esercizio venatorio.

Aggiunge la dottoressa: “Chiediamo di sospendere immediatamente le operazioni di abbattimento notturno della fauna selvatica fino a quando non venga garantita la sicurezza per l’incolumità pubblica. La storia è nota: la Regione Abruzzo ha emanato alla chetichella un documento che autorizza centinaia di cacciatori a compiere ogni sorta di nefandezza sulle volpi nel periodo in cui allevano i piccoli”.

Questi sono i risultati.

Nella foto: le volpi uccise (fonte IlCentro).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

5 Commenti

  1. Negli ultimi tempi sto sentendo e leggendo moltissime notizie – pare che la media si stia alzando – di cacciatori morti in incidenti di caccia.
    Sarà anche questa selezione naturale?

    Cacciatori bravagggente.

  2. Nel ventunesimo secolo non si può continuare a pensare alla caccia come a qualcosa di accettabile. Non c’è discussione: Bisogna abolirla senza se e senza ma, e bisogna impedire a regioni/province/comuni di emanare certe balorde sentenze di morte. Se Gli animali selvatici sono patrimonio indisponibile dello stato sono di tutti e nessuno ha il diritto di abbatterli a propria discrezione, neppure un ente dello stato!

  3. una civiltà sana si riflette nel rispettare gli Animali e non uccide esseri indifesi
    VERGOGNA!

  4. Un ‘altra cosa balorda e infame all’italiana contro dei poveri animali!

  5. In questo paese sinché l’applicazione delle pene rimarrà quello abbiamo oggi non si andrà da nessuna parte!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.