Home / Addii / Perù: contrabbandiere di origine italiana arrestato. Nascondeva la droga nella pancia dei cani

Perù: contrabbandiere di origine italiana arrestato. Nascondeva la droga nella pancia dei cani

Si chiama Giuseppe T. (generalità complete non pervenute) ed è di origine italiana il contrabbandiere fermato in Perù con 3 chili di droga. L’uomo aveva nascosto la sostanza stupefacente all’interno del ventre dei suoi cani, due San Bernardo di nome Lola e Bonbon. Bonbon, purtroppo, sarebbe deceduto a causa delle ferite provocate per “impiantare” la droga nel suo corpo.

Giuseppe T. è stato fermato dall’unità antinarcotici della polizia di Callao durante una perquisizione in un locale albergo. All’interno della stanza del contrabbandiere c’erano i due cani, entrambi con cicatrici troppo precise e troppo fresche per non risultare sospette.

Trasferiti nel comando dell’unità cinofila della polizia, i due San Bernardo sono stati operati da un veterinario che ha potuto finalmente estrarre la droga. Purtroppo, però, BonBon non sarebbe riuscito a sopravvivere all’intervento.

Giuseppe T. ha vent’anni e arrivava in Perù dal Messico. In sua compagnia è stato trovato il veterinario compiacente che aveva impiantato la droga nel corpo dei cani, peraltro in maniera abbastanza sommaria.

La polizia peruviana sta ora indagando per capire se il contrabbandiere faceva parte di una organizzazione più grande e articolata.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. Sopprimerei le persone che si comportano così

  2. Ma mi domando come fa un veterinario ad arrivare a tanta barbarie. Poveri cani.

  3. Confido in una simpatica ritorsione dei cartelli della droga.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.