Home / Addii / Milano: cucciolo di 2 mesi disturba, lei lo butta dal balcone. OIPA la denuncia

Milano: cucciolo di 2 mesi disturba, lei lo butta dal balcone. OIPA la denuncia

“A seguito di una segnalazione venerdì 28 novembre le guardie zoofile OIPA Milano hanno effettuato un sopralluogo in un condominio di Abbiategrasso (MI), dove un testimone riferiva di aver rinvenuto il corpo senza vita di un cucciolo di cane accanto all’entrata del condominio nel quale risiede. I carabinieri intervenuti sul posto la sera precedente, a seguito della chiamata del cittadino, non hanno effettuato nessun tipo di accertamento per appurare la dinamica del fatto, né hanno raccolto il corpo per farlo esaminare.

Le guardie zoofile hanno quindi raccolto la deposizione del testimone e identificato la donna, inquilina del medesimo stabile, che poche ore prima aveva confessato all’uomo di aver gettato il cucciolo dal balcone perché faceva i bisogni in casa e piangeva. La donna, con evidenti problemi comportamentali e con un passato segnato da problematiche familiari e sociali, ha confermato l’uccisione e lo smaltimento del corpo nei cassonetti di raccolta rifiuti del condominio.

Le guardie zoofile OIPA hanno denunciato la donna per uccisione di animale (art.544 bis CP) e per smaltimento irregolare di carcassa. Stanno inoltre svolgendo indagini per appurare la provenienza del cucciolo.”

Questo il comunicato stampa di OIPA in merito alla vicenda. L’associazione aggiunge, sulla sua pagina Facebook: “Faceva i bisogni in casa e piangeva, forse perché stava male o non voleva essere lasciato solo. Comportamenti normali che ogni cuccioli di cane ha, in particolare se ha circa due mesi di vita. Ma ad una donna di Abbiategrasso, alla porte di Milano, sono sembrati tanti esasperanti da gettarlo dal balcone, uccidendolo. A segnalare il drammatico episodio un vicino di casa che ha rinvenuto il corpicino accanto al portone di entrata del palazzo. Dopodichè la donna se ne è sbarazzata come se nulla fosse gettandolo tra i rifiuti condominiali. L’uccisione di animali non solo è un reato, ma in questo caso assume una connotazione ancora più crudele perché compiuta nei confronti di un neonato, che aveva solo la “colpa” di chiedere di essere accudito.”

Nella foto: il corpo senza vita del cucciolo (fonte OIPA su Facebook).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

7 Commenti

  1. Si giustifica sempre tutto e tutti dicendo, non è normale…è squilibrato…ecc.
    Per come la vedo io non lo so onestamente e non posso dire, però questa scusa è fin troppo abusata e conveniente.

  2. Si tratta di una squilibrata,la risposta della società mi pare che è stata:faccio finta di niente.Anche chi ha affidato il cane ha ovviamente sbagliato.Si faranno indagini?oppure siccome dietro a questo povero cagnolino non ci stà niente si può continuare a fare finta di niente?Aaaaa dimenticavo:E’ sempre Europa questa?

  3. fargli fare lo stesso voletto bastarda

  4. la penso esattamente come francescamanimali,chi gli ha affidato il cucciolo è ugualmente colpevole……

  5. Ci sarebbe anche da sottolineare il comportamento omissivo dei carabinieri, in presenza di un reato.

  6. francescamanimali

    Chi è la testadicazzo che gli lo ha affidato?? Non c’è preaffido? Non si capivano o probl comportamentali? Solo 2 mesi!!! Assassini.

  7. rinchiudere x un pò la signora….?

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.