Home / Addii / [VIDEO] Animal Equality e il drone: ecco cosa è accaduto al Festival di Gadhimai

[VIDEO] Animal Equality e il drone: ecco cosa è accaduto al Festival di Gadhimai

Il più grande sacrificio collettivo di animali al mondo: così viene definito il Festival di Gadhimai, che si tiene in Nepal ogni cinque anni e che dovrebbe essere appena terminato, nonostante le proteste internazionali e il fatto che il governo indiano, in una mossa coraggiosa e inaspettata, abbia proibito ufficialmente di esportare animali sul luogo del massacro.

Di questo eccidio di massa abbiamo parlato già esaustivamente in queste news.

È delle ultime ore la notizia che l’associazione animalista internazionale Animal Equality ha fornito al pubblico una sconvolgente documentazione video che mette in luce la scioccante crudeltà del mattatoio a cielo aperto in onore della dea indù della prosperità, Gadhimai appunto.

Attraverso l’utilizzo di un drone, Animal Equality fornisce una visione esclusiva di quanto accaduto nei giorni scorsi, sottolineando che la sola nota positiva è che l’edizione di quest’anno del festival ha visto una riduzione della presenza degli animali del 69%.

I volontari dell’associazione presenti sul posto durante il massacro dichiarano che a morire sono state comunque diverse decine di migliaia di animali. E descrivono uno scenario raccapricciante fatto di campi letteralmente invasi di corpi smembrati e sangue rappreso, animali vivi accasciati accanto a quelli morti, crudeltà perpetrate durante il trasporto delle vittime sacrificali, presenza massiccia di bambini durante il massacro.

L’eccidio si è compiuto quasi esclusivamente con armi da taglio (“asce, spade e coltelli”) ma anche “con qualunque oggetto i devoto sono riusciti a trovare”.

Animal Equality spiega anche che a ridurre sensibilmente il numero degli animali massacrati è stato proprio lo stop all’esportazione promosso dal governo dell’India lungo i confini con il Nepal.

Il video in chiusura di articolo contiene immagini forti che potrebbero impressionare i lettori.

Nella foto: la distesa di corpi senza vita degli animali sacrificati (fonte Animal Equality).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. Mi stavo domandando che senso tiene vivere in una parte del mondo con le migliori tecnologie quando poi dall’altra parte fanno cose che non si facevano nemmeno 5000 anni fà.

  2. Tutta questa isteria di massa, crudeltà infinita e fiumi di sangue per cosa che nemmeno se li mangiano?
    Questo è sadismo concentrato, certe culture sono davvero brutali, primitive, senza senso.

  3. Un’ecatombe senza senso…….assurda!!!! Incivili trogloditi!!!!!!! Incommentabile, se non per mandare accidenti agli assassini bastardi!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.