Home / Cronaca / Venezia: due cuccioli di gatto gettati nel bidone dell’umido

Venezia: due cuccioli di gatto gettati nel bidone dell’umido

Come scarti di cibo: due gattini nati da poco sono stati gettati dentro un bidone dell’umido a Portogruaro, in provincia di Venezia.

L’attivista che li ha salvati, Giuseppe, racconta: “Quando li ho visti non ci credevo. Questo è solo l’ultimo salvataggio: purtroppo dei gatti non si cura nessuno. Basti pensare che a Portogruaro ci sono almeno quaranta colonie feline e per tutte c’è solo una donna che si preoccupa di portarli a sterilizzare e di dar loro da mangiare. Chiediamo alle istituzioni di intervenire e al più presto”.

Secondo Giuseppe, il fatto che in zona non esista alcuna struttura che si occupi dei gatti abbandonati è “una inspiegabile manchevolezza del nostro territorio”.

Nella foto: uno dei due gattini soccorsi (fonte Il Gazzettino).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

5 Commenti

  1. Pare strano anche a me che a Portogruaro ci sia solo una Volontaria a occuparsi di centinaia di gatti. Avrà di certo chiesto aiuto e, sicuramente, i suoi appelli saranno rimasti inascoltati. Speriamo che qualcuno si muova perchè immagino non ce la farà ancora per molto.

  2. Grazie al Signor Giuseppe!

  3. Alé, andiamo proprio bene! Quaranta colonie e solamente una persona ad occuparsene???? Ma dove sono le solite quattro o cinque associazioni animaliste miliardarie che dicono di avere sedi, volontari, punti di riferimento, guardie ecozoofile e chi più ne ha, più ne metta????? E che caxxo fanno quando ci sono queste necessità?????

  4. Che devono subire questi splendidi animali.

  5. delinquenti!!!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.