Home / Cronaca / Trapani: il cane con la freccia nel naso. Si cerca l’aguzzino

Trapani: il cane con la freccia nel naso. Si cerca l’aguzzino

Nel Comune di Paceco, in provincia di Trapani, un cane ha vagato per giorni con una freccia che gli trafiggeva una narice. Sono state le guardie OIPA a intervenire per salvarlo, e non senza difficoltà perché l’animale (che naturalmente, così ridotto, rischiava di morire) non aveva intenzione di farsi prendere e si allontanava terrorizzato.

Dopo la cattura, il randagio è stato trasferito in clinica veterinaria dove gli esami hanno appurato che la freccia, probabilmente sparata da una balestra, era penetrata nel muso e aveva raggiunto il tessuto molle vicino all’orecchio: si era fermata a un centimetro dal cervelletto del cane.

Il randagio è stato quindi sottoposto d’urgenza a un intervento chirurgico finalizzato a tamponare i danni causati dall’azione di violenza e ha subito anche una trasfusione di sangue. Successivamente, è stata necessaria una seconda operazione per posizionare il sondino gastrico che serve ad alimentarlo. La prognosi è ancora riservata.

Ribattezzato Freccia, il cane ha seriamente guardato in faccia la morte.

Raccontano i volontari OIPA: “Sono state giornate drammatiche perché temevamo di non trovarlo in tempo e rinvenire solo un corpo senza vita. Lo sforzo e la determinazione di tutti i volontari che hanno partecipato alla ricerca ha fatto la differenza. Ecco perché quando siamo riusciti a prenderlo abbiamo festeggiato: eravamo stremati, ma felici”.

OIPA sta raccogliendo informazioni per cercare di risalire al sadico che ha preso di mira il povero randagio. Anche le forze dell’ordine starebbero indagando.

Nella foto: Freccia dopo l’intervento (fonte Quotidiano) e al momento del soccorso (fonte Enrico Rizzi su Facebook).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

4 Commenti

  1. Questi individui dovrebbero stare in catene e ai lavori forzati, insieme a moltissimi loro simili che compiono crudeltà e violenze sui più deboli, animali e umani.
    Che il cielo non voglia…!

  2. Questi rifiuti umani, ai quali la legge italiana commina ridicole sanzioni, andrebbero presi e castr..ti!

  3. è una cosa bella che la fine era una fiaba con esito positivo

  4. trovate quel bastardo e fategli fare la stessa fine.ma senza salvarlo.grazie

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.