Home / Addii / Inghilterra: costretta a far sopprimere il suo cavallo, si toglie la vita il giorno dopo

Inghilterra: costretta a far sopprimere il suo cavallo, si toglie la vita il giorno dopo

Una donna costretta a far sopprimere il cavallo che aveva amorevolmente curato per gli ultimi dieci anni si è tolta la vita il giorno seguente alla morte dell’animale.

È accaduto in Inghilterra, nel sud dello Yorkshire. La donna si chiamava Stephanie, aveva 42 anni e non aveva familiari: è probabile che Jake, il cavallo con il quale era solita andare anche a caccia, fosse la creatura che più amava e a cui era più legata.

Con Jake, in particolare, la 42enne aveva sviluppato un attaccamento viscerale che era ulteriormente cresciuto un anno fa, quando il cavallo era rimasto vittima di un incidente che lo aveva reso zoppo. Dopo un iniziale intervento chirurgico che era sembrato risolutivo, le condizioni di Jake hanno cominciato a peggiorare irreversibilmente tanto che, qualche giorno fa, la sua proprietaria è stata costretta a sottoporlo ad eutanasia per lenire le sue sofferenze.

Incapace di accettare il fatto, Stephanie si è tolta la vita il giorno seguente: è stata ritrovata vicino al corpo dell’animale, con le dita tra la sua criniera.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

5 Commenti

  1. Una storia davvero tristissima……..

  2. Questo si che è vero amore!

  3. E’ una storia davvero emblematica del rapporto che si crea fra essere viventi di diversa specie.

  4. Che la Terra vi sia lieve Stephanie e Jake lassù nessuno potrà più separarvi nè il dolore, nè la morte.

  5. Una carezza lieve accompagni Stephanie e Jake, inseparabili per sempre nell’amore.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.