Home / Cronaca / Toscana: 2 metri quadri di gabbia per i cani. Le associazioni diffidano la giunta

Toscana: 2 metri quadri di gabbia per i cani. Le associazioni diffidano la giunta

“Lega Nazionale per la Difesa del Cane, LAV e Enpa e  hanno inviato una diffida alla Giunta Regionale della Toscana, affinché non proceda alla revisione della legge regionale 59/2009 modificando in negativo le misure minime di detenzione dei cani di proprietà nei canili privati, così come richiesto con la mozione n. 805. Se la revisione della legge regionale 59/2009 sarà attuata, decine di migliaia di cani in tutta la Regione, principalmente quelli adibiti alla caccia, potranno trascorrere la vita anche in soli 2 metri quadri, in relazione al proprio peso.

Gli spazi di detenzione ai quali la Regione Toscana intende fare riferimento sono infatti quelli della normativa europea 2010/63/EU, che vale però per i soli laboratori di vivisezione perché relativa agli animali utilizzati a “fini scientifici” e disciplina le misure di cani che vivono all’interno di aziende fornitrici di animali ai laboratori oppure negli stabulari dei laboratori stessi: quindi un ambito di applicazione diverso e non paragonabile a quello della custodia degli animali d’affezione.

Tale revisione, inoltre, vanificherebbe gli sforzi fatti nel 2011 quando, con una lunga concertazione con la Presidenza della Regione, la LAV ottenne la misura minima di 8 metri quadri a cane.

Per sollecitare un cambiamento di rotta rispetto alla modifica prevista, Lega Nazionale per la Difesa del Cane, LAV e Enpa e  hanno chiesto un incontro urgente con il Presidente della Regione, Enrico Rossi, e per sostenere questa battaglia hanno lanciato un mass mailing diretto ai membri della Giunta Regionale: basta andare sul sito LAV per aderire alla protesta!

“La Regione Toscana vuole chiudere i cani in spazi assolutamente angusti, applicando indistintamente a tutti gli animali della regione le misure terribili dei laboratori di sperimentazione – dichiarano Lega Nazionale per la Difesa del Cane, LAV e Enpa. – E’ un assurdità normativa e una chiara concessione ai cacciatori, che saranno così liberi di detenere i propri cani in gabbie talmente strette da non consentirgli neanche di girare su se stessi. La Toscana civile che rispetta gli animali deve opporsi a una scelta che è contraria ad ogni sensato criterio di benessere e mira semplicemente ad accontentare l’elettorato venatorio”.”

Comunicato stampa pubblicato da Lega Nazionale per la Difesa del Cane sul suo sito web ufficiale.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

7 Commenti

  1. Vogliamo capire che sono esseri viventi che soffrono più di noi. Loro. Sono puri

  2. Purtroppo d’accordo con Marilena… Sempre tutti a sfavore degli animali come se fosse giusto maltrattarli e calpestare i loro diritti e la loro dignità. E poi basta con con sti favoritismi verso i cacciatori! Ne hanno già fin troppe di leggi a favore senza farci rimettere ulteriormente anche i cani,oltre agli animali che già si divertono ad ammazzare!

  3. I cani non possono stare in spazi così angusti! Vergogna!

  4. Vergogna!
    Marilena, sante parole!

  5. basta non se ne può più, l’Italia e un paese di soli burattini.

  6. Ci stiamo muovendo anche noi assieme a tante associazioni toscane che hanno aderito e sottoscritto la lettera che consegneremo al consiglio regionale toscano … non si può tornare indietro e continuare ad appoggiare il mondo delle doppiette, è semplicemente VERGOGNOSO!

  7. Mi pare che non ci sia regione, comune, giunta comunale che legiferi in maniera favorevole ai nostri amici animali. Se gli argini crollano è colpa delle nutrie, i piccioni portano malattie, i gabbiani aggrediscono(!) i turisti, i cani mordono i bambini e via elencando. Nessuno e dico nessuno mai spende una critica per il comportamento dell’uomo perchè è da questi comportamenti, maltrattamenti, invasione dell’habitat naturale che poi scaturiscono i comportamenti degli animali!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.