Home / Cronaca / Caso Daniza, LAV: “Il Ministro dell’Ambiente continua e non prendere posizione”

Caso Daniza, LAV: “Il Ministro dell’Ambiente continua e non prendere posizione”

“Daniza: a due mesi dall’uccisione, nessuna chiarezza sulle responsabilità. Il Ministro dell’Ambiente, in risposta all’interrogazione presentata da maggioranza e opposizione continua ad avallare la condotta della Provincia di Trento.

LAV: rendere noti risultati delle autopsie e procura acquisisca indagini di tutti i corpi di Polizia.

Il Ministro dell’Ambiente Gianluca Galletti, continuando a non prendere sostanzialmente posizione sulla vicenda dell’uccisione dell’orsa Daniza, avalla la condotta della Provincia di Trento. Questo è ciò che è emerso oggi pomeriggio, dalla risposta data dal Sottosegretario Silvia Velo, ad un’interrogazione presentata da deputati di maggioranza e opposizione.

Con le tre interrogazioni in Commissione, deputati di maggioranza ed opposizione (Gagnarli – M5S, Oliverio – PD) avevano infatti chiesto al Ministro Galletti di fornire chiarimenti sulle “operazioni di cattura” che hanno condotto all’uccisione dell’orsa Daniza e sulla modifica dell’Accordo interregionale sulla conservazione dell’orso bruno (PACOBACE), che introduce la categoria di “orso dannoso”. Richieste specifiche e circostanziate cui non è stata fornita adeguata risposta, come sottolineato in Commissione dagli stessi deputati, che hanno espresso la propria insoddisfazione.

Con le parole del Sottosegretario, che si è limitato a confermare la linea della Provincia di Trento, ribadendo come le operazioni condotte per la cattura e narcotizzazione dell’orsa Daniza siano state svolte in maniera conforme al PACOBACE e ai pareri tecnici espressi dall’ISPRA, è stata confermata la linea già adottata dal Ministro Galletti. Tutto questo, senza tener conto dei numerosi pareri di esperti nazionali ed internazionali, contrari alla condotta dell’ISPRA e della Provincia Trento.

Una risposta evasiva, basata per gran parte su una relazione prodotta dalla stessa Provincia Autonoma, e che definisce il Progetto LIFE “un successo”.

“Daniza è morta nel tentativo di cattura, i due cuccioli sono rimasti orfani, senza la protezione necessaria in questa fase del loro sviluppo e, per di più, il Sottosegretario, a nome del Ministro, conferma che il solo cucciolo che poteva essere monitorato ha recentemente perso l’auricolare di telemarcaggio. Possibile definirlo un successo?”. Questa la reazione della LAV, che si unisce alle richieste dei deputati che hanno presentato l’interrogazione, e aggiunge: “indispensabile ottenere al più presto un accertamento delle responsabilità all’origine della morte dell’orsa Daniza. A tal fine chiediamo che vengano resi noti i risultati delle autopsie sul corpo dell’orsa e che vengano acquisiti dalla Procura i risultati delle indagini realizzate da tutti i Corpi di Polizia.”

Comunicato stampa di LAV come pubblicato sul suo sito ufficiale, a questo link.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

Un commento

  1. In che brutto paese viviamo!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.