Home / Addii / Trento: mucca gravida uccisa e fatta a pezzi al pascolo. L’orso? No, un uomo

Trento: mucca gravida uccisa e fatta a pezzi al pascolo. L’orso? No, un uomo

Era gravida e avrebbe partorito il suo vitello il prossimo gennaio, la mucca uccisa e fatta a pezzi in un pascolo di Lundo, in provincia di Trento.

L’animale era stato lasciato a pascolare assieme ad altri sei esemplari e trovando il corpo martoriato, l’allevatore proprietario aveva immediatamente pensato all’orso. Ma l’orso non c’entrava nulla.

“Quando raggiungendo il pascolo ho visto venire verso di me solo sei delle sette mucche che tenevo lì, ho capito che qualcosa non andava”, racconta l’allevatore, Alessandro Bottesi.

“I resti della settima, una manza che avrebbe partorito a gennaio, erano poco lontano. La testa, le interiora, gli zoccoli e un sacco di sangue. Ho pensato all’orso e senza guardare più di tanto la carcassa ho chiamato i Forestali. Sono stati loro a farmi notare l’evidenza: è stata una bestia, mi hanno detto, ma a due zampe. Avremmo preferito che fosse stato l’orso”.

Bottesi sostiene che l’aguzzino abbia ucciso l’animale con una pistola da macellaio e poi abbia proceduto a farlo a pezzi sul posto, a pochi metri dalla strada e a meno di un chilometro dal paese. Di fatto, qualcuno ha fatto in un pascolo quello che normalmente avviene in ogni mattatoio, eppure viene percepito come più crudele, insopportabile. Forse perché costringe ad un incontro faccia a faccia con la vittima smembrata.

La manza sarebbe stata uccisa da più persone che, però, non hanno lasciato traccia: è probabile che l’uccisione e il depezzamento siano avvenuti di notte, con l’aiuto dei fari di un’automobile. La mucca è stata individuata, bloccata e uccisa.

“Il veterinario dice che si tratta sicuramente di persone che sanno lavorare col coltello: non è facile macellare un animale, e loro lo hanno fatto nel migliore dei modi malgrado le condizioni non certamente ideali, lavorando in terra, in fretta e su un prato”, continua l’allevatore, specificando che il povero animale è stato mutilato di mezzene, quarti anteriori e quarti posteriori: tutto ciò che, in pratica, può essere rivenduto.

Sul posto è stato lasciato ciò che dell’animale “non valeva nulla” (sic): testa, pelle, interiora e zoccoli.

L’episodio è stato denunciato alle autorità.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

11 Commenti

  1. daltronde in un paese dove ammazzano le mamme orse questa gente non ha neanche anima

  2. fame? ma si rilegga l’articolo era gente che sapeva uccidere un animale con una pistola da macello e che sapeva usare il coltello; ergo gente che proviene o da mattatoi o macellai. Volevano guadagnare dei SOLDI non gli è interessato di falso a discapito di una bestia gravida e del padrone dell’animale, GLI SON INTERESSATI I SOLDI, la carne sarà stata o venduta (e chi compra senza fattura non si domanda da dove proviene?) o sara finita direttamente in vendita in macelleria o ristorante. Luomo è la peggiore bestia esistente prossimamente che faranno venderanno carne umana? LA FAME NON è UNA GIUSTIFICAZIONE PER FREGARSENE DELLA LEGGE.

  3. Giuseppe Bottazzi

    Quando in un territorio la barbarie impera può succedere di tutto: orsi, mucche, conigli, caprioli, daini, cervi poi tra poco cominceranno a farsi fuori tra loro.

  4. Carcere per tutta la vita del maltrattatore della mucca.
    Non maltrattare e non uccidere. Animali sono esseri viventi.

  5. Carcere per tutta la vita per quel maltrattore della mucca.

  6. Le vere bestie immonde.

  7. Fame??? Questi si sono arrotondati lo stipendio con la carne di questa povera piccola… come per i cuccioli di delfini catturati e macellati in spiaggia, privati delle parti commestibili e lucrose e lasciati a marcire come la spazzatura che l’uomo (e solo l’uomo) lascia dopo ogni suo passaggio. Questi sono solo dei maledetti che spero usino tutti i soldi che hanno guadagnato in medicine.

  8. Moderati e civili? È difficile allora commentare un simile gesto ..tanta brutalità..Era ake incinta…

  9. Cara Marina, questi signori hanno quasi certamente venduto la carne. Altro che fame.

  10. spero che l’allevatore trovi chi è stato nel silenzio delle valli

  11. diciamo che in giro ormai c’è gente che ha fame!!! e penso che sarà il primo caso di una lunga serie grazie agli incapaci incollati alle poltrone!!!!!!!! rip <3

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.