Home / Appelli / Teramo: l’odissea dei gatti indesiderati al prete. Parla il sacerdote che li curava: “Aiutateli”

Teramo: l’odissea dei gatti indesiderati al prete. Parla il sacerdote che li curava: “Aiutateli”

 

“L’appello di Padre Vittorio per l’adozione dei gatti allontanati dalla Parrocchia di San Berardo e i suoi ringraziamenti alla Lega Nazionale per la Difesa del Cane.

Continua l’odissea, seguita dalla sezione locale della Lega Nazionale per la difesa del Cane, della colonia felina di Teramo, ex “inquilina” della parrocchia di San Berardo dove i gatti avevano vissuto accuditi e coccolati da padre Vittorio Celoria fino al 12 luglio scorso, giorno in cui il loro amoroso “amico umano” aveva dovuto lasciare l’incarico e la sede per sopravvenuti limiti di età. A quel punto per i poveri mici l’esistenza si è trasformata in un calvario. Il nuovo parroco, purtroppo, li ha allontanati dalla parrocchia facendo spostare le loro ciotole nella vicina e trafficata via dove per loro non soltanto non c’è alcun tipo di riparo bensì il pericolo di essere travolti da qualche auto. Ogni tentativo di trovare una soluzione che garantisse un minimo di benessere ai gatti proposta da Catia Durante, presidente della sezione di Teramo della LNDC purtroppo è andata a vuoto.

A questo punto non resta che una possibilità per quelle anime in pena: trovare loro adozione. Anzi, a lanciare l’appello ai suoi ex parrocchiani e tutte le persone caritatevoli affinché i suoi cari gatti, almeno i più inadatti a vivere per strada ritrovino l’affetto, la serenità, la sicurezza ai quali erano abituati è proprio padre Vittorio che dalla Liguria, continua a preoccuparsi per loro.

Il primo ad aver bisogno assoluto di una casa è Teseo. Don Celoria lo descrive così: “E’ un micione tutto nero. Quando mi recavo nei negozi vicini alla chiesa di San Berardo, mi seguiva come un cagnolino, si fermava alla soglia del negozio e aspettava che uscissi e poi continuava a venirmi dietro con il suo andare un po’ goffo per via di un piccolo handicap muscolare nelle zampe posteriori che lo rende un po’ impacciato nei movimenti. E’ molto affettuoso ed è per lui che mi sento di chiedere che qualcuno lo adotti perché in caso di qualche insidia non può essere svelto come gli altri e le sue possibilità di salvarsi sono assai scarse.

Quanto sarebbe piacevole per me se un giorno ricevessi la notizia che Teseo ha una dimora sicura!Purtroppo nel luogo dove ora mi trovo per il momento non c’è una situazione favorevole a poterlo ospitare. Altrimenti lo avrei portato con me. Come del resto tutti gli alti. In particolare Cloe, Febo, Eos, Iride, Telemaco, Eumeo, Elios, Circe e Ruber, che dormivano nelle loro cuccette con le copertine e avevano sempre le ciotole piene di pappa e ora all’aperto saranno spaesati e spaventati”. E conclude ringraziando in particolare la LNDC di Teramo e l’associazione tutta dichiarandosi al suo fianco: “La Lega del Cane ha il compito di continuare la propria lotta e io sarò sempre favorevole alla loro attività perché voglio bene a tutta la creazione che è lo specchio della grandezza del Creatore”.

Per info adozioni: legadelcane.teramo@hotmail.it”.

Comunicato stampa ricevuto da Lega Nazionale per la Difesa del Cane.

Foto: i gatti della colonia felina (fonte diretta Lega Nazionale per la Difesa del Cane).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

7 Commenti

  1. La carità cristiana che bella cosa, sempre pronta per gli umani di fede cattolica… il resto del creato può andare in malora…

  2. Io mi domando solo una cosa, perchè???

  3. Nella chiesa abbiamo visto un pò di tutto quindi io stenderei un velo pietoso,non mi meraviglio.Non credo che tutti i preti siano uguali.Ora bisogna salvare questi gatti,io posso dire la mia esperienza e cioè che aiutare un gruppetto di gatti è davvero bello e certamente ci dispone meglio verso il prossimo;se questo prete schifa un gatto randagio che chiede cibo e acqua siamo sicuri che non schifi pure un vagabondo viandante in cerca di aiuto?

  4. come ci si può

  5. Non capirò mai quegli uomini “di Dio” che rinnegano le Sue creature! Non li capirò e li terrò lontani da me. Padre Vittorio, a lei ogni bene, come auguro a questi mici.
    All’altro, a quello che avrebbe dovuto sposarsi, (lo sapevate?), poi s’è dato al sacerdozio, nessuna parola. Nessuna.

  6. Ma perché non cacciano via a pedate nel sedere quell’inutile pretastro????? Ma cittadini di Teramo dove siete????? Chissà la sofferenza di quei poveri micetti……

  7. emilia badolato caudera

    spero veramente che si riesca ad aiutare tutti questi animali in difficolta

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.