Home / Cronaca / Vibo Valentia: l’uomo del clan che sparava ai cani delle cosche rivali

Vibo Valentia: l’uomo del clan che sparava ai cani delle cosche rivali

Un uomo di 28 anni di cui sono state rese note solo le iniziali (A.D.) è stato arrestato nel corso di una operazione antimafia: tra l’altro, avrebbe avuto l’abitudine di provare le armi del clan sparando ai cani di proprietà delle cosche rivali.

Sono questi i risultati dell’inchiesta Quadrifoglio della Dda di Milano che, negli scorsi giorni, ha portato all’arresto di 13 persone coinvolte con il clan Galati di Mileto, in provincia di Vibo Valentia. Secondo gli inquirenti, il clan sarebbe riuscito ad infiltrarsi in Lombardia e negli appalti relativi ad Expo 2015.

A.D., tra gli arrestati, si vedrà contestare anche il reato di maltrattamento e uccisione di animali per aver preso di mira, a colpi d’arma da fuoco, almeno un cane appartenente a un clan rivale.

Non solo: il 28enne sarebbe anche l’esecutore materiale delle azioni delittuose ordinate dal clan Galati.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Mafia, camorra, ndrangheta sono tutti sinonimi della stessa cosa:
    MERDA.
    Anzi no, mi correggo, la merda ha sempre più dignità di questi infami e morti di fame inutili.

    Sarebbe da fare pulizia si, con il fuoco.

  2. Facciamo pulizia…

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.