Home / Addii / Trento: ricordate il maialino Ettore, fatto a pezzi dai pompieri? Tre denunciati

Trento: ricordate il maialino Ettore, fatto a pezzi dai pompieri? Tre denunciati

Tre Vigili del Fuoco volontari di Gardolo, in provincia di Trento, sono stati denunciati per l’uccisione del maialino Ettore, avvenuta a dicembre dello scorso anno. Alla vicenda avevamo dato molto risalto, e tutti gli articoli ad essa relativi li trovate raggruppati a questo link.

Ettore, un cucciolo di maiale domestico che viveva assieme alla sua famiglia a Gardolo, si era allontanato da casa e la sua proprietaria, Roberta Perini, dopo averlo cercato inutilmente aveva denunciato il fatto proprio ai pompieri del luogo. Questi ultimi avevano riferito inizialmente di aver liberato l’animale nel bosco.

Dopo lunghe insistenze, era venuta alla luce la realtà dei fatti: i Vigili del Fuoco avevano in realtà incontrato Ettore, ma ne avevano provocato la morte (se in maniera volontaria meno dovrà essere il giudice a stabilirlo), lo avevano smembrato e se lo erano diviso come una preda. Erano stati gli stessi responsabili ad ammettere la verità con Roberta Perini, alla quale erano stati infine restituiti i resti del cucciolo, decapitato e mutilato delle zampe.

Tre dei Vigili del Fuoco dovranno ora rispondere di peculato e uccisione dolosa di animale, riporta il magazine NelCuore.

Secondo l’avvocato che li difende, i pompieri non sapevano di avere a che fare con un animale domestico perché Ettore non portava marchio auricolare: lo avevano confuso con un piccolo cinghiale.

La prima udienza del processo dovrebbe, salvo slittamenti, tenersi il 26 marzo del 2015 e le indagini si basano essenzialmente sulle telefonate registrate ricevute dalle centrali operative dei pompieri.

L’accusa sostiene che i tre imputati, intervenuti su richiesta di un cittadino che aveva trovato Ettore, si sarebbero appropriati del cucciolo senza seguire la procedura prevista dalla legge sugli animali vaganti. Non solo: lo avrebbero poi ucciso, o ne avrebbero provocato la morte per depezzarlo e mangiarlo. Infine, avevano mentito alla proprietaria di Ettore segnalando che il piccolo era stato liberato nel bosco e solo successivamente avevano riferito quanto realmente accaduto.

Foto: Ettore, il maialino ucciso (archivio).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

8 Commenti

  1. Gherardini giorgio

    Perché bisogna essere civili con questa gentaglia!!.

  2. Galera maledetti vergognatevi

  3. Cattivi e crudeli! Non solo si sono dimostrati dei mostri con quel maialino ma non hanno rispettato nemmeno la preoccupazione e poi il dolore della padrona. VERGOGNATEVI!!!!!

  4. Bravi vigili, bell’esempio di INCIVILTA’ che arriva proprio da voi!
    Cambiate lavoro, invece di fare il vigili fate i macellai, mi sembra piu’ consono visto la crudelta’ che avete dimostrato!

  5. Io aggiungerei falsa testimonianza e furto visto che la legge italiana considera gli animali alla stregua di una proprietà.

    Che gente miserabile gira, proprio morti di fame!

  6. Anch’io d’accordo con Anna Alberghini. In galera!

  7. emi badolato caudera

    la penso esattamente come Anna Alberghini.

  8. Anna Alberghini

    Son dei criminali, metteteli in galera!!!!!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.