Home / Appelli / [APPELLI] Siracusa: Teo, avvelenato a 3 mesi, non ci vede più. OIPA chiede aiuto

[APPELLI] Siracusa: Teo, avvelenato a 3 mesi, non ci vede più. OIPA chiede aiuto

“Teo era un bellissimo cucciolo di 3 mesi che giocava spensierato insieme ai suoi 4 fratellini. Due di loro non ci sono più, qualche persona priva di scrupoli li ha uccisi spargendo del veleno, mentre Teo, salvato in extremis, è rimasto cieco.

Soccorso in preda alle convulsioni dalle volontarie OIPA di Siracusa, il cucciolo è arrivato in clinica in stato di coma, colpito da un arresto cardiaco e respiratorio. Grazie al tempestivo intervento dei veterinari, è stato rianimato e, dopo aver trascorso una lunga notte tra la vita e la morte, è riuscito a sopravvivere.

La sua vita però non sarà più la stessa, poiché il piccolo Teo non ha più la possibilità di vedere il mondo che lo circonda. Due visite oculistiche hanno accertato che i suoi occhi sono sani, ma non ricevono più impulsi dal cervello, dunque la cecità potrebbe essere determinata o da un problema neurologico (che sarà accertato con una visita approfondita) o da un’infiammazione dei nervi che impedisce la trasmissione dello stimolo visivo agli occhi, motivo per cui Teo sta seguendo una terapia specifica.

Dimesso dalla clinica, Teo è già migliorato dal punto di vista motorio, non ha più le difficoltà di deambulazione che l’avevano colpito inizialmente e, accolto da una volontaria OIPA che lo sta seguendo 24 ore su 24, esce in passeggiata, socializzando timidamente con gli altri cani. L’obiettivo dei volontari è farlo vivere nella “normalità”, cercando di fargli pesare il meno possibile il trauma che ha subito e aiutandolo a riconquistare pian piano la sua autonomia.

Per escludere che il veleno abbia colpito anche altri organi come il fegato, il cuore o i reni, Teo dovrà essere sottoposto ad altri esami specifici (risonanza magnetica, elettroencefalogramma ed ecografia) interventi che, in aggiunta alla visita neurologica, hanno un costo molto elevato e per i quali i volontari OIPA, già alle prese con le cure di numerosi randagi, chiedono un supporto per affrontare le spese.”

Appello pubblicato sul sito web di OIPA.

Per scoprire come aiutare Teo, cliccate qui e scorrete fino al fondo della pagina.

Nella foto: Teo (fonte OIPA).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

Un commento

  1. Io mi auguro che, in primis, Teo venga aiutato dall’OIPA nazionale che, per sua fortuna, dispone di notevolissime e ingenti risorse finanziarie!!!!!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.