Home / Addii / Legnago (VR): in azione il killer di gatti, con trappole, veleno e armi da fuoco

Legnago (VR): in azione il killer di gatti, con trappole, veleno e armi da fuoco

Non è ancora stato individuato il sadico che a San Pietro di Legnago, in provincia di Verona, si accanisce da qualche tempo sui gatti – randagi e non.

Secondo quanto riportato dal giornale online L’Arena, i piccoli felini della frazione sarebbero stati letteralmente presi di mira da un aguzzino che non esita a distribuire gabbie trappola e bocconi avvelenati, fino ad arrivare anche a utilizzare armi da fuoco: Blaki, un meticcio di cinque anni che aveva la sola colpa di riposare nel giardino di una villa, è stato infatti ridotto in fin di vita con una carabina ad aria compressa.

Molti altri gatti, invece, risultano spariti nel nulla e quanto accaduto a Blaki non fa certo ben sperare sulla loro sorte.

Racconta la proprietaria di Blaki: “L’altro giorno è rientrato in casa in condizioni pietose, respirava a fatica, ha iniziato a vomitare ed è collassato. Lì per lì ho pensato che avesse mangiato troppo o a un’esca avvelenata. Invece, non appena l’ho preso in braccio, ho visto che fuoriusciva del sangue dalla pancia e sono rabbrividita al solo pensiero che fosse stato impallinato per la seconda volta nel giro di un paio d’anni”.

Il veterinario che ha preso in cura Blaki, dottor Giorgio Calegaro, spiega: “Ho sottoposto il gatto a una serie di radiografie, da cui è risultato che la ferita era stata provocata da due proiettili da carabina che avevano trafitto la parete addominale perforando in sette punti l’intestino dell’animale. Quindi ho sottoposto Blaki a un intervento chirurgico durato un paio d’ore. Tutto è andato bene ma, trattandosi di lesioni importanti, la prognosi resta riservata”.

La speranza è che il gatto riesca a guarire e, se tutto andrà bene, potrebbe tornare a casa la prossima settimana. I proprietari sporgeranno denuncia.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Ma infatti Johnny, quel paese lì mica è New York! Se davvero fosse così, basterebbe un po’ di buona volontà magari per stanare l’assassino!

  2. Non ci credo che non si sappia chi è.
    Ma controllare le zone dove puntualmente avvengono queste crudeltà?
    Se spara ad un bambino, o un bambino raccoglie e mette in bocca il veleno?

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.