Home / Addii / Oristano: dopo il piccolo Goccia, un altro cucciolo di delfino ucciso e fatto a pezzi

Oristano: dopo il piccolo Goccia, un altro cucciolo di delfino ucciso e fatto a pezzi

È capitato di nuovo. Si è spenta da poco l’eco di sdegno (rapida a svanire, come troppo spesso accade) per la barbara uccisione di Goccia, cucciolo di delfino star di Golfo Arancio, che un altro piccolo ha fatto la sua stessa fine: ucciso e sfilettato, ossia mutilato delle parti ritenute commestibili.

Secondo quanto riportato da L’Unione Sarda, il corpo senza vita di un altro piccolo esemplare è stato rinvenuto negli scorsi giorni sulla spiaggia di Sa Rocca Tunda, nell’Oristanese. I residenti hanno subito avvisato il Corpo Forestale dello Stato che non ha potuto fare altro che recuperare i resti e condurli all’Istituto Zooprofilattico di Oristano.

Sembra comunque che la macellazione del cucciolo non sia avvenuta sul luogo del ritrovamento e che il corpo sia stato trasportato sulla spiaggia dalle correnti marine.

La Nuova Sardegna precisa che dai resti mancava la parte del dorso, stilettata a regola d’arte con tagli netti da qualcuno che di certo non stava morendo di fame ma voleva solo appropriarsi di una presunta “prelibatezza” da rivendere a peso d’oro. Senza curarsi, naturalmente, del prezzo che il legittimo proprietario di quella carne avrebbe pagato.

Nella foto: i resti del delfino ucciso (fonte ANSA).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Miserabili schifosi.

  2. è una cosa terribile, i delfini sono delle creature speciali, io spero che chi ha fatto questa cosa sia punito veramente!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.