Home / Addii / La Lombardia dei bracconieri: 34 denunciati in sole due settimane

La Lombardia dei bracconieri: 34 denunciati in sole due settimane

Sono 34 in tutto i denunciati in sole due settimane per attività di bracconaggio nella sola Lombardia, di cui 17 in tre giorni. È il risultato delle attività delle Guardie WWF regionali nelle province di Brescia, Pavia e Milano: tutti i cacciatori di frodo dovranno rispondere di abbattimento di specie protette, utilizzo di richiami acustici elettromagnetici vietati e maltrattamento di animali.

Gli interventi della Polizia Provinciale hanno portato anche al sequestro di 17 fucili, 11 richiami acustici, un telefonino utilizzato per richiamare i volatili, i corpi senza vita di 113 uccelli – tra cui pettirossi, cinciallegre, fringuelli, frosoni, pispole, allodole e tortore dal collare e soltanto 5 uccelli ancora vivi.

Antonio Delle Monache, coordinatore delle Guardie WWF Lombardia, commenta: “Ben 34 cacciatori denunciati in due settimane ben rappresenta la situazione lombarda. La legge dello Stato e le Direttive Europee in difesa della fauna selvatica sono sistematicamente infrante. I richiami acustici elettromagnetici vietati vengono usati quasi ovunque, nonostante il rischio di essere denunciati”.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

4 Commenti

  1. Speriamo si sparino a morte tra di loro che è cosa buona e giusta 🙂

    Emilia, in galera ai lavori forzati però.

  2. emilia badolato caudera

    condivido !!

  3. emilia badolato caudera

    è una cosa bellissima, se li prendono e li mandano in galera ameno per dieci anni è una cosa più che giusta

  4. Facciamogli fare la stessa fine ……… abbattiamoli !!!!!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.