Home / Addii / Treviso: gatto trovato annegato nel fiume. Gli avevano legato una pietra al collo

Treviso: gatto trovato annegato nel fiume. Gli avevano legato una pietra al collo

Il corpo senza vita di un gatto è stato trovato a Cison, in provincia di Treviso, con una pietra legata al collo. L’animale è stato costretto in questo modo e poi gettato nel fiume Soligo, dove è annegato.

Secondo quanto riportato da NelCuore, la vicenda ha suscitato orrore e sdegno nella locale comunità, che ora spera di mettere le mani sul responsabile. Lo stesso primo cittadino di Cison, la sindachessa Cristina Pin, ha parlato di “punizione esemplare” nel caso in cui il colpevole venisse individuato.

Sulla vicenda stanno indagando i carabinieri della locale stazione, che però avrebbero pochissime tracce da seguire: la possibilità che l’ennesima atrocità ai danni degli animali resti quindi impunita è alta.

Il corpo del micio è stato notato da un residente: aveva ancora il muso nell’acqua ed era in quella posizione da giorni. Sul posto sono subito giunti i Forestali, un veterinario dell’USL  7 e il vicesindaco.

“Purtroppo nessun segno ci ha permesso di rintracciare il responsabile o i responsabili”, commenta il sindaco Pin, “Continueremo a cercarli, e li farò pentire di quello che hanno fatto. Una violenza del genere su un animale indifeso è spia di una personalità disturbata, che potrebbe fare del male anche alle persone. Per questo invitiamo chiunque sappia qualcosa a collaborare, anche in forma anonima”.

Non è chiaro se il micio avesse una famiglia o meno. Certo è che non indossava alcun collare. Tuttavia, è probabile che – se si trattava di una randagio – fosse un esemplare piuttosto docile che si è avvicinato senza timore ai suoi assassini.

Al momento è stata depositata una denuncia contro ignoti per uccisione di animale.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Non Ho parole la cattiveria umana non a limiti. Povera bestiola indifesa. Vergogna da noi c’è un detto che chi maltratta i gatti muore nelle peggiori sofferenze

  2. Condivido pienamente le parole del Sindaco, e mi auguro che seguano fatti concreti.
    Chi fa del male agli animali è molto pericoloso anche per le persone.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.