Home / Campagne / Nasce a Venezia una nuova sezione della Lega del Cane

Nasce a Venezia una nuova sezione della Lega del Cane

“Nella Città lagunare comincia a soffiare un vento diverso: quello dell’impegno animalista e dell’amore incondizionato per i più deboli e indifesi.

Un grande amore per animali e ambiente ma anche specializzazione, conoscenza, voglia di fare e intraprendere per migliorare: questi i segni distintivi della neonata sezione della Lega Nazionale per la Difesa del Cane sorta a Venezia per specialissimo volere e interessamento dell’avvocato penalista Francesca Lacchin, da anni in prima linea per la difesa e la cura dei quattro zampe più bisognosi e ora responsabile della LNDC veneziana. “Siamo appena nati ma abbiamo già un nutrito programma e tante iniziative in mente. Venezia è una città molto particolare, certamente non a misura di cani e gatti. E soprattutto i primi hanno bisogno di strutture di accoglienza, aree verdi, zone a loro dedicate che ancora sono assenti dalla configurazione cittadina” – ci racconta lei stessa. La nuova sezione può contare, oltre all’apporto dell’avvocato Lacchin, anche su volontari estremamente qualificati come una comportamentista, per esempio, e dei veterinari in grado di provvedere a stalli e cure di prima necessità per randagi e cuccioli abbandonati.

“Non abbiamo ancora un nostro canile ma stiamo già visionando alcuni terreni nella campagna veneta per poterne al più presto creare uno. Vogliamo un vero e proprio rifugio nel quale ospitare i più sfortunati con ogni cura e protezione. In alternativa ci sono anche alcune realtà già stabilizzate che potremmo prendere in gestione”, prosegue la Lacchin . Ma la sezione di Venezia della Lega del cane ha tanto davvero in programma. “Venezia centro è un inferno per i cani, praticamente il centro storico della città non dispone di spazi a loro dedicati. Per prima cosa daremo battaglia per sollecitare la creazione di un’area cani (attualmente ce n’è una solo al Lido) per coloro che risiedono nelle zone centrali. E poi c’è molto da fare nelle campagne dei dintorni dove i cani sono ancora privi di tutele specifiche.” Già, perché in campagna, e non solo nella zona nei dintorni della Serenissima, i quattro zampe sono spesso tenuti a catena, senza ripari di sorta ed esposti a intemperie, caldo in estate e gelo in inverno. “Sarà nostro compito sollecitare una legge che preveda l’abolizione della catena con multe salate per gli inadempienti, conclude l’avvocato Lacchin. E sembra davvero che per Venezia e dintorni stia cominciando a soffiare un vento diverso: quello dell’impegno animalista e dell’amore incondizionato per i più deboli e indifesi, cani e gatti in testa.”

Comunicato stampa ricevuto da Lega Nazionale per la Difesa del Cane.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

Un commento

  1. Bene!!! Va benissimo tutto ciò che si fa a favore dei nostri amici animali! L’importante è attivarsi davvero concretamente in caso di bisogno e non fare solamente grandi proclami o campagne mediatiche come spesso e volentieri disgraziatamente succede!!!!!!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.