Home / Cronaca / Ebola e animali: l’Associazione Medici Veterinari chiarisce alcuni dubbi

Ebola e animali: l’Associazione Medici Veterinari chiarisce alcuni dubbi

“AIVEMP, non ritiene che gli animali rappresentino un rischio significativo per Ebola in Italia. L’Associazione ha tradotto e adattato le indicazioni del CDC USA.

L’epidemia in corso causata dal virus Ebola in Africa occidentale e la soppressione del cane venuto a contatto con una persona infetta, hanno sollevato diverse domande su come la malattia possa interessare la popolazione animale, ed in particolare, il rischio per gli animali domestici. “Mentre le informazioni disponibili suggeriscono che il virus possa essere trovato in diversi tipi di animali, AIVEMP- afferma il Presidente Bartolomeo Griglio-  non ritiene che gli animali rappresentino un rischio significativo per Ebola in Italia”.

Di seguito alcune risposte riferite alla situazione nazionale.

Qui in Italia, i nostri cani e gatti sono a rischio di contrarre il virus Ebola?

Il rischio di un’epidemia di Ebola che colpisca più persone in Italia così come in Europa o negli Stati Uniti è molto basso. Pertanto, anche il rischio per gli animali domestici è da considerare estremamente ridotto, in quanto dovrebbero venire a contatto con sangue e fluidi corporei di una persona che ha contratto la malattia causata dal virus Ebola.

Anche nelle aree in Africa, dove Ebola è presente, non ci sono state segnalazioni di cani e gatti che si siano ammalati di Ebola.

Posso contrarre la malattia Ebola dal mio cane o gatto?

In questo momento, non ci sono state segnalazioni di cani o gatti che si siano ammalati di Ebola o che siano stati coinvolti nella diffusione del virus Ebola a persone o animali. Le probabilità di un cane o un gatto di essere esposti al virus Ebola in Italia sono molto basse in quanto dovrebbero venire a contatto con sangue e fluidi corporei di una persona che manifesta i sintomi della malattia Ebola.

Quali sono i requisiti per portare animali domestici o altri animali in Italia dall’Africa occidentale?

Le normative prevedono che cani e gatti importati nel nostro Paese siano in buona salute. Scimmie e roditori africani non possono essere importati come animali da compagnia in qualsiasi circostanza.

I Pipistrelli possono diffondere Ebola?

Le volpi volanti in Africa sono considerate un serbatoio naturale per Ebola. I Pipistrelli in Italia non hanno avuto contatti con il virus e quindi il rischio di diffusione è al momento improbabile.”

Comunicato stampa pubblicato dall’Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani sul suo sito web ufficiale. AMVI sottolinea anche che nessun caso di contagio di Ebola da uomo a cane è mai stato documentato e che è “impossibile trovare in Italia un animale esotico a rischio”.

Per quanto concerne le volpi volanti, vale la pena specificare che la causa della trasmissione del virus da questi animali (in cui Ebola è silente e asintomatico, probabilmente perché presente nel loro organismo da migliaia di anni) è da attribuirsi soprattutto a due fattori: la deforestazione selvaggia con cui l’uomo rade al suolo le foreste (habitat naturale delle volpi volanti) costringendo gli animali a fuggire verso aree più urbanizzate, e il consumo di “bush meat”, ossia di carne di animali selvatici infetti o entrati in contatto con il virus.

In alcune zone d’Africa è purtroppo abitudine uccidere, macellare e consumare sia le volpi volanti che le grandi scimmie (inclusi gorilla) e la manipolazione di sangue e viscere di esemplari contagiati ha portato ad una ulteriore, rapidissima diffusione di Ebola.

In pratica, l’uomo è ancora e comunque il principale, se non unico, responsabile della propagazione del virus.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Bell’articolo,è angosciante il finale.

  2. Ebola.
    Pscicosi, allarmismo, follia, profitti a non finire (tra peluche e titoli in borsa, e altro ancora) e colonialismo mascherato da aiuti umanitari.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.