Home / Cronaca / Gatti sfrattati dalla chiesa. Lega del Cane ribatte alla lettera aperta del parroco

Gatti sfrattati dalla chiesa. Lega del Cane ribatte alla lettera aperta del parroco

“Prosegue la penosa vicenda della colonia felina della Chiesa di San Berardo, a Teramo, sfrattata all’arrivo del nuovo parroco Don Francesco Malara. La triste vicenda di questi animali era stata narrata in un comunicato della Lega Nazionale Per la Difesa del Cane. Il racconto di quanto avvenuto ha provocato la reazione di Don Malara che ha scritto una “lettera aperta”, pubblicata dal quotidiano La Città e ripresa da altri organi di stampa locale nella quale il sacerdote non solo difende il suo operato ma minaccia querele in merito. Lettera alla quale la LNDC non può non ribattere per ribadire che l’interesse primario di tutta la faccenda è la salvaguardia del benessere dei mici. Se la pubblicazione su social, siti web e altri mezzi di comunicazione dei fatti ha suscitato le ire di privati cittadini che hanno manifestato in modo poco civile o addirittura con insulti a Don Malara il loro disappunto la Lega del Cane non solo di dissocia da questi atteggiamenti ma ne è anche sinceramente dispiaciuta.

A questo punto, però, occorre fare un passo indietro ricordando gli antefatti. La colonia dei gatti di San Berardo era una “creatura” del Parroco precedente della chiesa, Don Vittorio Celoria. L’uomo di chiesa amava le creature da lui ospitate e nutrite e ne permetteva la permanenza nelle zone di proprietà della parrocchia. Dopo il suo pensionamento I gatti sono stati sfrattati e le ciotole spostate in una strada adiacente alla parrocchia, senza protezione alcuna dalle intemperie ma, soprattutto, senza tener conto del traffico che nella via è decisamente notevole. Da qui una serie di prese di posizione e non da ultimo, l’improvviso interessamento di alcuni zelanti parrocchiani,che secondo quanto dice Don Malara, si sarebbero lamentati della presenza dei felini. Da parte sua la LNDC vuole solo ribadire – e con fermezza – la sua posizione. All’associazione preme unicamente che i gatti abbiano finalmente una sistemazione adeguata, che siano protetti e curati, sfamati e accuditi. E auspica, al di là delle minacce e delle carte bollate, che il benessere della colonia felina di san Berardo abbia finalmente il sopravvento.

E qui lasciamo la parola al “vecchio” parroco di San Bernardo, dal cuore grande, che ci ha raggiunti con questa sua missiva:

“Sono Don Vittorio Celoria, l’amico dei gatti. Per aver raggiunto l’età della pensione, i miei superiori, giustamente hanno provveduto allamia sostituzione. Con rammarico ho dovuto lasciare la colonia felina; ho potuto avere con me soltanto la più anziana della colonia e quella che era particolarmente affezionata a me: una gattina di nome Calypso. Mi fa piacere che ci sia chi si interessi della sorte dei miei ormai ex amici; oltre a Calypso, i nomi di alcuni rimasti sono: Circe, Iride, Telemaco, Febo, Teseo, Eumeo, Elios, Cloe, Eos. Spero che la Lega del Cane e tutti voi che la sostenete riusciate a sistemare questa vicenda. Un saluto a tutti. Vittorio Celoria.”

Comunicato stampa ricevuto da Lega Nazionale per la Difesa del Cane.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

5 Commenti

  1. P.S. Dio non la pensa come lei.

  2. Tanti saluti da San Francesco D’Assisi, signor prete.
    Avrebbe fatto bene a scegliere un altro mestiere… magari in una miniera di carbone in Belgio.

  3. Uno fa una cattiveria verso delle creaturine oggettivamente innocenti e se ne ha a male se lo insultano? Mah… magari cercare di capire il torto fatto e evitare il solito trito di “io la querelo!”?

  4. E’ forse questo l’insegnamento del Cristo?
    Sputare sul creato e scacciarlo, disprezzarlo come se non esistesse?

    prete è questo che dice il tuo dio?

  5. Io mi auguro che nessuno, ma proprio nessuno, nessunissimo vada in quella chiesa fino a quando ci starà quell’orrendo prete! Ma possibile una simile ottusità mentale???? Ma anche solamente per rispetto nei confronti del vecchio parroco….. Vergogna e stravergogna!!!!!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.