Home / Addii / Abruzzo: pallini da caccia nel corpo dell’orso trovato morto qualche mese fa

Abruzzo: pallini da caccia nel corpo dell’orso trovato morto qualche mese fa

Anche l’orso trovato morto per cause naturali in Abruzzo, nel giugno scorso, era stato colpito da una o più fucilate. La sua storia sembra una triste replica di quanto accaduto qualche settimana fa a L’Aquila, quando sul corpo del plantigrado trovato morto a lato strada è stata trovata traccia di proiettili (che poi, si è scoperto, erano stati sparati alla schiena dell’animale da un uomo che aveva denunciato una presunta aggressione proprio poco prima: ne avevamo parlato qui).

L’orso marsicano morto lo scorso giugno nel Parco Nazionale d’Abruzzo si chiamava Ferroio ed era stato trovato senza vita e ormai in avanzato stato di decomposizione da alcune guardie del servizio di sorveglianza del parco. Gli esami tossicologici avevano escluso che l’animale fosse deceduto per avvelenamento, e allo stesso modo erano state scartate eventuali patologie.

Poi, la scoperta dei pallini da caccia – ben evidenti seppure la causa della morte di Ferroio sia stata lo scontro con un altro orso.

Il direttore del Parco, Dario Febbo, parla della “testimonianza di una perversa e brutale pratica che deve essere stroncata una volta per sempre”.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. E’ la stessa logica del maschilista imperante nel pianeta terra in base alla quale uccidendo l’altro, forte o debole che sia, o vessandolo si afferma il proprio strapotere e una falsa ed effimera virilità. Una logica che non solo uccide cuccioli, volpi, orsi e persino i propri cani ma arma il femminicidio imperante. Secondo me è il rispetto verso l’alto umano e non a contraddistinguere il forte ed il leale.

  2. Ultimamente va di moda ammazzare gli orsi, con “l’anestetico”, a fucilate, ecc.
    E’ sempre un caso, non è mai intenzionale, purtroppo sono solamente sfortunati.

    Vergogna.

  3. Non avevo alcun dubbio. Cacciatori & Co., che brutti individui.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.