Home / Addii / Spotorno: mamma cinghiale e piccoli in paese. Lei ammazzata sul posto, loro orfani

Spotorno: mamma cinghiale e piccoli in paese. Lei ammazzata sul posto, loro orfani

“Uno sparo assordante alle 23 in pieno paese proveniente dal sottostante torrente. E’ stata uccisa così una femmina di cinghiale a Spotorno (SV), circondata dai suoi cuccioli terrorizzati che le si sono stretti attorno mentre agonizzava. Decine di persone spaventate sono scese in strada per capire cosa stesse succedendo e, alla vista dell’animale rantolante che dava gli ultimi segni di vita, hanno protestato indignate, mentre i bambini presenti piangevano increduli.

Sono sempre più frequenti gli abbattimenti di cinghiali vicini alla città, effettuati da squadre di cacciatori coordinati dalla Polizia Provinciale, sollecitati da qualche pensionato che ha avuto l’orto danneggiato o da cittadini che non tollerano la vista di questi animali che cercano solo cibo e se non disturbati se ne ritornano poi nei boschi. Il crudo episodio di Spotorno ha provocato l’ira della stragrande maggioranza dei cittadini e del Comune; la famigliola era ormai una presenza costante nel torrente, le cui alte sponde tenevano separati animali e persone. Eppure la stessa legge sulla caccia prescrive che, prima di usare le armi, è obbligo intraprendere “metodi ecologici” per risolvere criticità create da specie selvatiche, come ad esempio sospingere gli animali sulle alture con l’uso di robusti cani da caccia.

La Protezione Animali savonese chiederà nuovamente alla Provincia di stabilire procedure precise per casi del genere, che limitino l’uso di armi dopo l’adozione di sistemi ecologici e solo in presenza di effettivo pericolo per la pubblica incolumità.

Intanto da ieri notte cinque cuccioli di cinghiale sono alle prese con un futuro davvero incerto, come sta accadendo in Trentino per i due figli dell’orsa Daniza.

Per chi vuole protestare, SENZA OFFENDERE: assessore alla polizia provinciale, r.sassodelverme@provincia.savona.it”.

Quello riportato qui sopra è il comunicato emesso da ENPA Savona in merito alla vicenda. Le polemiche, come è ovvio, sono state inevitabili tanto che sulla questione è dovuto intervenire anche il presidente della Provincia di Savona, Angelo Vaccarezza, che ha dichiarato: “La Polizia Provinciale ha effettuato una battuta al cinghiale nella zona di Spotorno. La presenza della squadra era giustificata dalle numerose segnalazioni di alcuni agricoltori e proprietari di terreni della zona che, fino a pochissimi giorni fa, lamentavano attraverso segnalazioni ufficiali ingenti danni causati agli ungulati”.

Secondo Vaccarezza, “il ruolo della Polizia Provinciale è fondamentale per prevenire casi di pericolo. Nello specifico caso, sono convinto che gli agenti abbiano svolto il loro compito in completa sicurezza, agendo nel modo meno disagevole possibile per i residenti”.

Il presidente della Provincia non si preoccupa minimamente dei cuccioli rimasti orfani né, tantomeno, del fatto che la famigliola suina non stesse dando noia a nessuno – tanto che diversi testimoni si sono lamentati a gran voce dell’azione della forze dell’ordine (“Assassini! Aveva i cuccioli! Che male faceva? Era solo un povero animale”). Addirittura le testimonianze dei residenti del posto parlano di “una mamma di cinghiale, che brucava tranquilla coi suoi cuccioli al seguito” uccisa “sotto le nostre finestre sparando un colpo dal ponte, in pieno centro abitato”. E sottolineano di aver assistito a “un povero animale che agonizzava davanti agli occhi dei suoi cuccioli, che fino a poco prima correvano e giocavano, senza dare assolutamente disturbo a nessuno”.

Vaccarezza ha comunque aggiunto, in un colpo di coda politico inevitabile, che eventuali responsabilità verranno accertate.

Sappiamo tutti come andrà a finire.

Nella foto: un cinghiale ucciso (fonte ENPA Savona su Facebook).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

10 Commenti

  1. Perchè Gioacchino, i bipedi con il fucile hanno forse una morale? Per fare i moralisti bisognerebbe prima avere un etica!

  2. Quanto è vero quel che scrivi, Gioacchino!

  3. ma perchè non vi sparate addosso l’uno con l’altro? siete solo dei falsi moralisti,in quanto gli animali a quattro zampe sono mille volte migliori degli animali a due zampe,specialmente di quelli come voi.

  4. Che razza di infami, siete dei miserabili.
    Non è un’offesa, è la realtà.

    Ignoranti.

  5. Un altro cancro, ben altro cancro, lo sta spargendo il leghista di merda Flavio Tosi, sindaco della ‘ndrangheta

  6. Che motivo c’era di sparare ad una cinghialessa con cuccioli solo perchè aveva osato entrare in paese? Bastava non trattarla da animale domestico, lasciare in pace i suoi cuccioli, non infastidire o avvicinarsi incuriositi. Questo cancro filonazista chiamato lega nord la cui metastasi uccide il norditalia ha colpito ancora

  7. Meno male che le province le avevano abolite,in secondo luogo hanno compiuto davvero un atto infame, pure nel mio giardino gli uccelli mangiano un pò di uva e le api i frutti e i fiori ma mica metto l’insetticida o compro il fucile cioè ma ci rendiamo conto???Uccidere una mamma con i piccoli vuol dire non essere nè uomini nè animali siete solamente niente!

  8. Basta violenza sugli animali ! Basta animalicidi !! Sono stufo di vivere in una nazione dove và tutto a finire a tarallucci e vino !! Mai nessuno che paga per i propri errori !!

  9. Inviata la mia lettera. Non mi importa se non produrrà fatti, ne’ mi importa se sono soltanto UNA voce. Mi importa che alla mia (una) voce si uniscano altre voci.
    Quest’atto vile, crudele e spregevole va valutato come tale. Il poliziotto che ha osato sparare ad una mamma, senza che vi fosse alcun motivo, non è degno di indossare una divisa… non è degno di rappresentar-MI in veste di tutore dell’ “ordine”!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.