Home / Cronaca / Roma, botticelle: cavallo collassa davanti a Montecitorio. LAV: “Abolite il servizio”

Roma, botticelle: cavallo collassa davanti a Montecitorio. LAV: “Abolite il servizio”

ROMA, CAVALLO DELLE BOTTICELLE SCIVOLA E CADE NEI PRESSI DI MONTECITORIO. LAV: UNICA SOLUZIONE E’ ABOLIRE IL SERVIZIO A TRAZIONE IPPICA E RICONVERTIRLO CON L’USO DI ALTRI MEZZI. BASTA CON LO SFRUTTAMENTO DEI CAVALLI!

Ennesimo incidente, il 27 settembre verso le ore 20 in piazza Montecitorio, ancora affollata di turisti e cittadini. Un cavallo delle botticelle romane è stramazzato al suolo, dove è rimasto per diversi minuti, steso su un fianco, finché il vetturino lo ha fatto rialzare e lo ha portato via senza nemmeno attendere i soccorsi. I testimoni del fatto riferiscono che l’animale zoppicasse visibilmente.

“Stamattina abbiamo sentito il comando della Polizia Municipale del Gruppo Trevi, che ci ha fornito il numero della botticella e confermato che al momento del loro arrivo il vetturino era già andato via. Non sappiamo dunque se il cavallo sia stato visitato e se abbia riportato danni, accertamenti che richiederemo domani stesso agli organi competenti” – dichiara Nadia Zurlo, responsabile nazionale del settore Equidi LAV. “Ci chiediamo fino a che punto la pubblica amministrazione romana ignorerà lo strazio di questi cavalli, guarderà oltre e sotto i paraocchi che coprono il loro sguardo sofferente e prenderà l’unica decisione sensata ed etica, abolendo lo sfruttamento e la schiavitù di animali così sensibili e delicati. Mai nessuna nuova norma potrà alleggerire la sofferenza, anche psicologica, dei cavalli delle botticelle. È ora di dire basta, senza se e senza ma, alle carrozze in città. A Roma come ovunque”.”

Comunicato stampa LAV.

Foto: il cavallo a terra (fonte IlMessaggero).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Perchè la Guardia di Finanza non va a controllare?
    Perchè quando vengono i turisti i prezzi salgono alle stelle e fanno tutto in nero?

    Esiste qualcuno che li controlla questi, o sono un’altra lobby di sfruttatori impuniti?

    Ma la smettiamo con questo schifo?

  2. Inaudito e crudele. Voglio riproporre un articolo di A4A su questo annoso e triste argomento, la lettera del Presidente del Partito Animalista Europeo, Stefano Fuccelli:
    http://www.all4animals.it/2013/06/19/roma-ecco-la-lettera-del-partito-animalista-europeo-ad-ignazio-marino/

    Da allora nulla è cambiato. Questi cavalli sono trattati come schiavi, spremuti fino allo stremo, tenuti come oggetti, non come esseri senzienti, massacrati e violentati nella loro indole e natura.
    Roma, vergogna! Italia, vergogna!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.