Home / Cronaca / Tosi emette l’ordinanza per abbattere i lupi. Denunciato dalla Guardia Forestale

Tosi emette l’ordinanza per abbattere i lupi. Denunciato dalla Guardia Forestale

Il sindaco leghista Flavio Tosi ha firmato, come annunciato, l’ordinanza che autorizza ad abbattere i lupi della Lessinia. Ed è stato denunciato dalla Guardia Forestale perché, ovviamente, il lupo appartiene ad una specie protetta.

Secondo il primo cittadino della città veneta, gli abitanti del posto dovrebbero essere autorizzati ad aprire il fuoco contro questo rarissimo animale per difendersi da “situazioni di pericolo di un danno grave per sé o per gli altri, per i propri beni o altrui”. Inutile specificare che i lupi non aggrediscono l’uomo e che esistono metodi efficaci e assolutamente non cruenti per tenerli lontani dagli animali al pascolo.

L’ordinanza prevede che sui lupi si possa sparare “con un’arma legittimamente detenuta o altro mezzo idoneo” e ha durata di 90 giorni a partire dal 25 settembre: in pratica è immediata, già operativa.

Tosi non arretra di fronte alla denuncia della Forestale e si giustifica dicendo che aprire il fuoco è un modo per “dare maggiori garanzie di sicurezza alla cittadinanza” (sic).

“Nessuno autorizza la caccia ai lupi, ma il Comune di Verona riconosce al cittadino la libertà di difendersi in caso di attacchi o di situazioni di pericolo, situazioni che speriamo non si debbano verificare”, aggiunge. “Chi detiene legittimamente un’arma sa come e dove poterla usare”.

Peccato che i cosiddetti “incidenti di caccia” siano all’ordine del giorno, peccato che proprio recentemente un orso marsicano, raro e protetto, sia stato colpito alla schiena da una fucilata e ucciso a L’Aquila, e peccato che i lupi, notoriamente, non attacchino l’uomo.

Il timore, enorme, è che con la scusa dell’ordinanza si scateni la “caccia al mostro”, e che i lupi perdano la vita perché qualcuno sostiene di essere stato attaccato. Senza, naturalmente, possibilità di contraddittorio. È accaduto per l’orsa Daniza: non sarebbe la prima volta.

D’altro canto gli animali non parlano e non votano, dunque non contano nulla – neppure quando sono protetti.

Nel frattempo, il Ministero dell’Ambiente ha scritto al primo cittadino Tosi “chiedendo informazioni” sull’ordinanza, e allegando alla comunicazione una lettera dell’ISPRA in cui si ribadisce che il lupo non è un animale pericoloso per l’uomo.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

5 Commenti

  1. Ad IVO.

    Me lo sono chiesto anch’io.

  2. Grazie, Johnny, per la petizione e per le tue parole. Ma l’imbecille comprenderà?

  3. Qualcuno di buon cuore armato di infinita pazienza e parecchio tempo per cortesia spieghi a Tosi che l’istigazione a delinquere è reato.
    E di fatto l’ordinanza concede in maniera del tutto arbitraria e nel contempo istiga all’uccisione dei lupi creando allarmismo mediatico e del tutto ingiustificato oltre che la possibilità di produrre materialmente effetti illegali.

    Chissà cosa vorrano le lobbies venatorie da Tosi il cacciatore eh?

    Con permesso, petizione:
    https://www.change.org/p/sospendere-la-richiesta-del-sindaco-di-verona-flavio-tosi-di-sparare-ai-lupi

  4. Ma questo Tosi sa cosa sia il senso del pudore? Che vergogna! I lupi, se non minacciati espressamente NON ATTACCANO L’UOMO, ignorantone!!!

  5. Mi domando come questo Signore,tra virgolette,possa essere Sindaco di una città meravigliosa come Verona…

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.