Home / Cronaca / Pistoia: il cane con le punte di ferro conficcate nel collo. Sequestrato

Pistoia: il cane con le punte di ferro conficcate nel collo. Sequestrato

Si chiama Lilla ed è un meticcio di pastore tedesco, il cane sequestrato a Pistoia da ENPA dopo essere stato trovato vittima di gravissimi maltrattamenti.

L’animale era tenuto legato a catena e indossava uno stretto collare in ferro le cui punte ritorte penetravano nella carne, che si presentava infetta, sanguinante e maleodorante.

Le guardie zoofile sono intervenute per soccorrere Lilla a seguito di una circostanziata segnalazione: il cane era detenuto in un allevamento, in montagna.

Interrogato sull’accaduto, il proprietario allevatore si è difeso sostenendo che il cane apparteneva alla figlia e che veniva legato perché troppo vivace. A quel punto, è stato richiesto l’intervento della Polizia Municipale che ha proceduto al sequestro del cane.

Lilla è stata quindi subito ricoverata al Canile Sanitario di Pistoia e operata d’urgenza: l’infezione e le ferite le avevano provocato, tra l’altro, anche un forte stato febbrile.

ENPA si costituirà parte civile nel processo contro l’allevatore e sua figlia, entrambi denunciati per maltrattamento di animale. Non solo: l’associazione ha promesso anche di adoperarsi per salvaguardare anche tutti gli altri animali presenti nell’allevamento, tra cui un altro cane, anch’esso detenuto a catena.

Foto: il collare a catena sfilato a Lilla (fonte LaNazione).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

11 Commenti

  1. Scusami, Johnny, sono un po’ stanca. No, non so dirti nulla. So che me lo sono ritrovato così, che andava tutto storto e comunque felice di vedermi. Il vet ha detto che sì, in ogni caso è stato un incidente dovuto a forte trauma. Onestamente anch’io ho pensato ad una bastonata, Johnny. E’ un micio docile, si lascerebbe prendere da chiunque. Pensa che fa le fusa persino al vet!

  2. Grazie a voi tutti. Che brutta giornata, amici… :'(
    Il vet ha detto che dovrò curarlo e tenerlo il più possibile a riposo per almeno quaranta, cinquanta giorni… sperando che sopravviva.
    Un bacetto da Gatto Sciò, amici cari. So che farebbe le fusa anche a voi. Non vedo l’ora che arrivi domani mattina per correre da lui.

    Lilla dolcissima, incrocia tu le zampette… e vivi felice come dovrebbe vivere il mio stellino rosso.
    Vi terrò aggiornati.

  3. Già. si potrebbe sempre sparare una dose di anestetico ai due dementi che avevano Lilla……
    Per Elisabetta: incrociamo tutti quanti le zampe per il piccolo Sciò!!!!! Forza miciolo bello! E coraggio anche a te, carissima, speriamo che tutto si risolva per il meglio!

  4. Grazie, amici cari, tutti quanti vicini al mio cuore. Grazie, Barbara. Grazie agli amici A4A. Grazie a quanti chiederanno di Gatto Sciò, pensando forte forte a lui… Porterò il vostro amore a questo dolcissimo micione attraverso le mie carezze.

  5. Quale bestia infame può arrivare a fare una cosa vomitevole come questa?
    Maledetto miserabile, a stà gentaglia il vuoto intorno gli si deve fare, emarginarli perchè tanto la (in)giustizia itagliana è complice e li lascia impuniti.

    Elisabetta, mi dispiace molto, ma com’è possibile tutto questo?
    Sicuri che non è stata una bastonata, se come dici è abituato alle persone?

  6. speriamo che Lilla sia fortunata e vada tutto per il meglio,così lo stesso auguro al piccolo Sciò,forza Elisabetta i tuoi amici virtuali ti stanno vicino(almeno con il pensiero)……un caro saluto

  7. P.S. Al minchione che ha torturato Lilla: sparati.

  8. Intanto sto piangendo come una bambina… Nonostante il dolore fa le fusa e si struscia… Piccolo mio dolcissimo… quanto ho da imparare anche da te!

  9. ma no… 🙁 tienici aggiornati, forza micio.

  10. Dopo aver augurato a Lilla una pronta guarigione ed una vita lunga e felice… e dopo aver ringraziato i soccorritori chiedo agli amici di A4A di voler condividere il mio stato, anzi, lo stato del mio micio rosso, Gatto Sciò (è il suo nome).
    Sciò è ricoverato presso la clinica veterinaria per fratture al bacino, non sappiamo dire cosa sia accaduto (probabilmente è stato investito da un’auto e lo stronXo non ha detto niente, ne’ fatto niente). Questa è una zona molto tranquilla e il micio non si allontanava mai, non andava mai verso la strada principale, anche perché è sterilizzato e molto calmo, di quei gatti che non vanno “in cerca di rogne”, insomma. Ieri sera sul tardi ho notato che camminava male. Non era esattamente claudicante, la sua andatura era “storta”. Il vet, questa mattina ha eseguito la radiografia e la sua prima frase è stata letteralmente: “Ha il bacino FRANTUMATO.”… Sono disperata… Gatto Sciò è la dolcezza felina, è giovane, coccolone, infinitamente buono e caro. Non riesco a smettere di piangere… perdonate l’intrusione.
    Grazie a tutti voi, perché so che avrete un pensiero per il mio Sciò ed anche per me.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.