Home / Addii / L’Aquila, orso trovato morto. Per i Forestali è stato avvelenato

L’Aquila, orso trovato morto. Per i Forestali è stato avvelenato

L’orso marsicano trovato morto in Abruzzo qualche giorno fa sarebbe stato avvelenato. A darne notizia è stato il capo del Corpo Forestale dello Stato, Cesare Patrone, durante un’intervista a Repubblica di cui si è riparlato anche sul magazine NelCuore.

Secondo i Forestali, l’identikit dell’assassino è quello di un maschio anziano, quasi certamente proprietario di un terreno nel quale l’orso potrebbe essersi avventurato poco prima della morte.

“In base a tutti gli elementi raccolti fino ad ora abbiamo tracciato un identikit su chi potrebbe aver avvelenato l’orso e soprattutto perché. Dobbiamo però attendere gli esami in corso sulla carcassa dell’animale. L’orso in questione era troppo giovane per pensare a cause naturali”.

Finora quello che è stato totalmente escluso è l’uccisione per colpi d’arma da fuoco, perché nessun segno di proiettile è stato riscontrato sul corpo dell’animale.

Secondo il capo del Corpo Forestale è altamente probabile che l’avvelenamento sia avvenuto ad opera di un allevatore perché “in quella zona sono emerse diverse criticità tra l’orso e la comunità locale”. Non si esclude tuttavia neppure che possa essersi trattato di un avvelenamento accidentale, destinato a qualche animale.

Patrone tiene anche a ribadire l’assoluta contrarietà del Corpo Forestale dello Stato in merito alla gestione tragica dell’orsa Daniza: “Siamo stati noi a presentare notizia di reato dove ipotizziamo maltrattamento alla Procura di Trento. Ora bisogna solo attendere la magistratura. Eravamo contrarissimi alla cattura, tanto che avevamo scritto al Ministero dell’Ambiente. Il dicastero aveva poi inviato una nota alla Provincia invitandoli a non procedere con la cattura”.

E aggiunge: “A nostro avviso, anche se Daniza fosse sopravvissuta, era ipotizzabile il reato di maltrattamento a danno dei cuccioli che sarebbero stati privati della madre. Adesso sono soli fra i boschi delle Dolomiti e in grave pericolo, perché non svezzati. Rischiano di morire. Si è dimostrata la fragilità del sistema. Da un lato, si chiedono soldi all’Europa per finanziare progetti di ripopolamento, dall’altro le comunità locali ingaggiano piccole rivolte contro questi animali rarissimi. Occorre un’organizzazione che superi la logica dei campanili”.

Foto: l’orso trovato morto in Abruzzo (archivio).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

7 Commenti

  1. Caro Johnny,
    sempre sagaci e pertinenti i tuoi commenti.
    E comunque no, il tuo non è un off topic. In Europa siamo dentro fino al collo, esattamente come fossimo fino al collo nella merda (e lo scrivo senza l’uso di “mascheramenti”, se non altro perché il termine “merda” è presente in qualsiasi dizionario che si rispetti).
    Per quanto concerne l’ennesimo andazzo in perfetto stile “caccia alle streghe”, (stavolta tocca agli orsi, “venghino, signori!”), sono sconcertanti la la malafede e l’immobilismo di coloro che dovrebbero muovere molto velocemente sia il cervello che il culo!

  2. ma scherzi? grazie a te, lo sai che sei preziosissimo. 🙂
    siamo stati in effetti molto presi con la questione del toro de la vega e non abbiamo avuto molto tempo per il resto. 🙁

  3. Vi ringrazio, scusate.

  4. Abbiamo saputo, Johnny. Aggiorneremo anche noi.

  5. L’orso è stato ucciso con una fucilata con munizioni spezzate, purtroppo per legge non c’è necessità di denuncia fino alle 1000 unità di queste.
    Tuttavia se le autorità vogliono, possono individuare il colpevole e mi auguro che le indagini volgano a questo esito.
    http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-italia/orso-morto-in-abruzzo-ucciso-da-una-fucilata-1974083/

  6. Elisabetta, meglio non parlare dell’Europa e della cessione di sovranità delle singole nazioni che non sono più libere di decidere e del debito sul prestito di una moneta privata – nella fattispecie Euro – pagato a fior di tasse con modalità anatocistiche e criminali.
    Individuo in buona parte in questo tutto l’orrore abominevole che l’Europa (intesa come gruppi di non eletti appartenenti ad Elités di alto profilo che decidono attraverso metodologie che definire da genocidio al rallentatore è poca cosa) porta fin dentro le nostre case ogni giorno.
    Se i soldi delle tasse fossero realmente spesi per servizi ed infrastrutture, tantissime cose funzionerebbero, molte altre sarebbero possibili e si potrebbe vivere in maniera dignitosa tutti, persone ed animali ed avere anche salvaguardia dell’ambiente per quanto possibile.
    Con le tecnologie che si sono sviluppate, e con la cultura ed il grado di coscienza – l’uomo è intelligente – cui si è giunti attualmente.

    Come già spiegato io non sono animalista, mi piacciono gli animali e non li mangio più da un bel po’ ormai (e sto da Dio), ma mi piacciono pure le chitarre elettriche, mi piace fare i liquori ad esempio, mi piace lavorare i campi, mi piace aggiustare le cose.
    Devo essere per questo per forza un …ista?
    Sono d’accordo con te.
    Ricordato ciò e contestualizzato al tuo chiarissimo e legittimo discorso ti posso dire semplicemente che hai assolutamente colto il punto.

    Mi dispiace molto per questo magnifico animale, mi dispiace davvero.
    Mi domando, e domando a chi vorrebbe gentilmente rispondermi, se l’animale fosse provvisto di radiocollare e se in funzione di questo si possano ricostruire tutti i momenti fino alla sua tragica morte.

    Vergogna.

    P.S.: Mi scuso per l’OT, che forse forse…tanto Off non è poi mica alla fine.

    Un saluto a tutti

  7. Il mio Paese fa schifo e l’Europa unita è solo il paravento della più sordida delle faziosità.
    Resto in attesa di sapere che fine (brutta), faranno i figli della povera Daniza. E scivolo sempre più nello sconcerto e nello sconforto. Non si tratta più di “animalismo”, qui ci si sta prendendo tutti per il C., animalisti e no.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.