Home / Addii / [VIDEO] Toro de la Vega: Elegido morto dopo aver ferito 4 persone. Attivisti presi a sassate

[VIDEO] Toro de la Vega: Elegido morto dopo aver ferito 4 persone. Attivisti presi a sassate

Elegido è morto. Il toro scelto come vittima sacrificale per l’edizione 2014 del mostruoso Toro de la Vega, l’evento barbarico che si tiene ogni anno nella città spagnola di Tordesillas, non ha dato tanta soddisfazione ai suoi carnefici. Come Vulcano, il toro rosso ammazzato lo scorso anno, perì sotto i colpi dei lancieros a soli cinque minuti dall’inizio della manifestazione – ma non prima di avere incornato almeno quattro persone – così Elegido è riuscito quantomeno ad evitare di patire l’infinita agonia che aveva caratterizzato la morte di Volante (edizione 2012, 25 minuti di sofferenza) e il suo predecessore Afligido (che patì per 45 infiniti minuti).

Come sempre, anche quest’anno la Guardia Civil ha protetto i lancieros e dato contro (e pesantemente agli attivisti): come avevamo già segnalato nella nostra breaking news di questo pomeriggio (che trovate qui), 120 elementi erano stati schierati in contrasto ai manifestanti, che nella giornata di oggi si sono presentati a Tordesillas in duecento, formando un cordone umano su una strada che avrebbe visto il passaggio di Elegido, il toro condotto a morte. La Guardia Civil, confermando la propria fama di istituzione durissima e non incline ai compromessi, ha usato le maniere forti e gli attivisti sono stati letteralmente prelevati – con le cattive. Alcuni di loro sono stati persino arrestati perché avevano osato manifestare contro una mattanza che non è tradizione, ma solo tortura. Un mondo sbagliato, questo: un mondo in cui le forze dell’ordine difendono gli aguzzini e danno addosso a chi vorrebbe giustizia.

Secondo quanto riportato da InfoLibre, sono almeno 25 le persone rimaste ferite anche perché, come al solito, i lancieros (che non brillano né per intelligenza, né per civiltà, né tantomeno per coraggio) non si sono limitati ad insultarli ma li hanno anche aggrediti e percossi, arrivando persino a bombardarli con una sassaiola che ha colpito al volto una ragazza, portata via a braccia, sanguinante e semi-svenuta. La protesta feroce degli attivisti è riuscita solamente a ritardare l’inizio della mattanza, non ad impedirla.

Elegido è stato crudelmente assediato, terrorizzato, trafitto decine di volte, mutilato di testicoli e coda e infine ucciso da 45 persone armate di lance lunghe oltre due metri, e impegnate a corrergli dietro perlopiù a cavallo. Il “campione” dell’anno, tuttavia, era un lanciero a piedi: si chiama Alvaro Martin e ha 28 anni. È l’uomo che ha mutilato il toro e gli ha sferrato il colpo di grazia, piantando la punta della lancia nella sua coda prima di essere portato in trionfo dai suoi sadici compagni della battaglia più impari della storia.

Anche quest’anno l’ANPBA (Associazione Nazionale per la Protezione e il Benessere degli Animali) ha formalmente chiesto alla giunta di Castilla y Leon di mettere fine alla barbarie, definendola un’usanza sadica, nient’affatto sportiva, indegna di un Paese che ama definirsi civile, e letteralmente il “paradigma del maltrattamento di un animale per puro divertimento”. Il parlamentare spagnolo Juan Cuscubiela ha parlato di “una delle bestialità più grandi di Spagna, che sotto l’egida di quella che viene pomposamente chiamata tradizione permette a più di cento lancieri di assediare un animale in un campo, colpendolo con le lance fino a che intriso di sangue, crivellato, non crolla a terra senza più forze, e qui viene finito dal colpo di grazia. Una vergogna senza alcun valore culturale”.  Il suo partito ecosocialista si ripromette di chiedere nuovamente la sospensione ad libitum della manifestazione. Nel frattempo, la Commissione Europea ha respinto la richiesta di abolizione del Toro de la Vega definendola “un evento culturale” e aggiungendo che manifestazioni di questo tipo “sono competenza esclusivamente degli Stati membri”. Di nuovo, quindi, ci troviamo di fronte a un atteggiamento ponziopilatesco di Bruxelles, che aveva mostrato la medesima inettitudine nei confronti della mattanza di cani in Romania.

E il povero Elegido che, disorientato e confuso, è passato dai suoi pascoli tranquilli a un campo nel quale veniva assediato da persone assetate di sangue, ha fatto quel poco che ha potuto per difendere, seppure inutilmente, la propria vita: gli incornati sono stati quattro prima che chiudesse gli occhi per sempre. Siamo certi che l’ultima cosa che ha pensato sia stata: “Perché mi state facendo questo?”. Questo dicono i suoi occhi mentre, ormai a terra, guarda smarrito i suoi aguzzini. Né lui, né noi abbiamo risposta.

Nel video a seguire: la morte di Elegido.

Foto: fonte Schnauzi (link), La Voz de Galicia (link) e PACMA (link).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

12 Commenti

  1. applaudite alla vostra ignoranza pezzi di *****…nel vostro cervello non ce nulla che si possa paragonare ad un toro come quello di della Vega. Lui si che a dimostrato dignità
    Spero che voi tutti abbiate quello che vi meritate [moderato dallo staff] ……….mi fate tutti schifo…e a pensare che la chiamate tradizione uccidere un Animale indifeso in quel modo……S C H I F OOOOOOOOOOO e V E R G O G N A

  2. AUGURO FARE STESSA FINE A QUELLA GENTE IGNORANTE CHE FINO OGGI SOSTIENE TUTTI ANNI LA STESSA MATTANZA …………..

  3. Si potrebbero dire tante cose…
    La verità è che tutto questo è un abominio disgustoso, tanto inutile quanto stupido.

    Coloro che difendono tale pratica criminale e vergognosa (Guardia National – la Polizia di tutto il mondo quando si tratta di bastonare persone inermi, non perde mai tempo – gli assassini burocrati dell’UE, Idioti di ogni genere) sono dei complici miserabili, la cui pochezza intellettuale, emotiva e più in genere mentale è una disgrazia infame per l’intero pianeta, animali, ma anche quella di persone senzienti che non vogliono più che questa isteria pseudoreligiosa mascherata malamente da semi-cultura tradizionale continui ad essere praticata impunemente ed addirittura difesa dalle autorità (o pseudotali vista la totale inversione dei ruoli).
    Più in generale la maggiorparte delle persone senzienti non vuole più che questa feccia si possa arrogare il diritto di decidere, qualunque cosa sia, sebbene questi si possano definire una esigua minoranza.

    Abominio mostruoso, senza alcun significato, grado di intelligenza pari al nulla, sacrificio animale collettivo e dai connotati satanici in pieno giorno, autorizzato peraltro e condito da un immancabile incredibile sadismo isterico e demenziale.

    Adesso non soffri più e la paura è passata, Ciao Elegido, mai più un altro sacrificio animale.

  4. Brava, Marilena! Ben detto!

  5. concordiamo con te, marilena.

  6. Leggevo ieri proprio su questo blog la notizia che in uno stato dell’India è stato vietato ogni sacrificio animale. Allora mi chiedo da dove derivi tutta la nostra supponenza europea nei confronti di altri popoli che sono considerati “terzo mondo” e dai quali, invece, almeno in certi settori abbiamo tutto da imparare. Ma tant’è in nome della “tradizione” questi orrori si perpetuano nonostante le petizioni e l’Europa che si interessa della misura dei cetrioli in questo campo fa sempre orecchie da mercante.

  7. Cosa si aspettano questi infami? Che un essere vivente conscio della crudeltà cui è sottoposto si inchini davanti ai propri aguzzini?!?
    Alla Guardia Civil: vergogna, protettori di assassini! Agli aguzzini: vergogna, ignoranti e sanguinari assassini! Non v’è alcuna differenza tra chi protegge gli assassini e gli assassini stessi! Nessuna differenza! A chi ha protestato contro questa barbarie: non perdetevi d’animo per una manciata di balordi senza palle! A Bruxelles: VERGOGNATEVI!
    Che “tradizione” sarebbe questa? Anche gettare giù i bambini deformi dal Monte Taigeto era una tradizione di Sparta, ma non per questo è restata attiva! Che schifo, che schifo, che schifo e che orrore! Vergogna!!! Fate SCHIFO!

  8. mariella daniele

    assassini assassini torturatori

  9. Mostri dementi!!!!!! Cornuti!!!!!! Giù le vostre luride manacce da Elegido!!!!! Basta!!!!!!!

  10. SCHIFO SCHIFO E SCHIFO E GLI SPAGNOLI CHE VOGLIONO GUARDARE E VEDERE QUESTO TIPO DI TRADIZIONE PSEUDO CULTURARE MA COSA C?È DI CULTURALE A VEDERE VOLER MORIRE E UCCIDERE FINO ALLA MORTE UN TORO CHE HA SOLO LE SUE CORNA PER DIFENDERSI DA TANTE PERSONE MUNITE DI ARMI E LANCE :(((. SEGUO QUESTE COSE DAL TORO VOLANTE NON NE POSSO PIÙ!!! VERGOGNA SPAGNA E L’EUROPA CHE CONCEDE QUESTE COSE.

  11. ma che divertimento macabro e questo

  12. MIO DIO QUANTA IGNORANZA!!!!!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.