Home / Addii / Il lager del Surabaya Zoo colpisce ancora: morto un giovane Drago di Komodo

Il lager del Surabaya Zoo colpisce ancora: morto un giovane Drago di Komodo

Di quel lager che il Surabaya Zoo in Indonesia abbiamo purtroppo avuto modo di parlare diverse volte. La struttura, più comunemente conosciuta come “lo zoo della morte”, è da anni nel mirino degli attivisti per i diritti animali di tutto il mondo per le modalità pessime di trattamento dei suoi “ospiti” e per le morti continue e improvvise che li colpiscono.

L’ultima vittima, ma solo in ordine di tempo, è un giovanissimo drago di Komodo, trovato morto nella sua gabbia poco prima di ferragosto. L’animale aveva solo 11 anni (si consideri che questa specie, di norma, dovrebbe superare come minimo i 30), ed è il terzo esemplare a morire negli ultimi sei mesi.

L’iniziale autopsia effettuata sul corpo dell’animale ha segnalato come causa del decesso non ben specificati “problemi intestinali”, ma si attende l’esito di ulteriori esami.

Va precisato che, nonostante le proteste, lo zoo di Surabaya è ancora aperto: rappresenta, senza ombra di dubbio, una delle strutture di detenzione più crudeli sull’intero pianeta. È lo zoo più vasto e più antico del Sud-Est asiatico e, previo il pagamento di un dollaro per il biglietto di ingresso, mostra ai visitatori animali malati, sofferenti, emaciati, costretti a vivere in condizioni terrificanti. Il soprannome “zoo della morte” gli è stato cucito addosso a causa dei continui decessi di animali per cause non naturali: un esempio lampante, di cui avevamo parlato qui, è quello della giraffa Kliwon, trovata morta nel marzo del 2012 con venti chili di plastica e spazzatura nell’intestino.

Normalmente, comunque, le morti all’interno del Surabaya zoo sono causate dalla malnutrizione: una struttura così ampia non è infatti in grado di garantire neppure il minimo indispensabile agli animali che tiene prigionieri. Non solo: il numero di animali ospitati non rispecchia mai quello documentato e non vengono effettuate separazioni dei sessi, pertanto la popolazione dei detenuti continua a crescere in maniera incontrollabile.

Le stime segnalano che una media di 25 animali muore ogni mese al Surabaya zoo.

Chi volesse firmare una petizione per chiedere la chiusura di questa struttura dell’orrore può farlo cliccando qui.

Nella foto: il Drago di Komodo trovato senza vita (fonte Global Animal).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

6 Commenti

  1. L’unico problema degli zoo è che esistono.
    Fatto, ma a questi non frega nulla, sono solo dei miserabili assassini.

  2. sì barbara, sono anni che firmiamo petizioni per chiudere questo zoo.

  3. petizione firmata(anche se tempo indietro mi pare averne firmate altre….)speriamo sia la volta buona….basta con questi posti ……infami

  4. sergio zanganelli

    Condiviso su FB e Google spetiamo che qualcuno lanci la petizione al posto mio che non ne sono capace

  5. sergio zanganelli

    Sarebbe anche ora che qualcuno si imponesse. Chi ne è capace perchè non lancia una petizione, in molti casi hanno avuto effetto. Per intanto sfiga sempiterna a tutti quelli che maltrattano queste povere bestie prigioniere

  6. MA COSA ASPETTANO A CHIUDERE QUESTA STRUTTURA?! INCIVILI!!!!!!!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.