Home / Cronaca / Pesaro-Urbino: arrestata guardia venatoria. Era un bracconiere

Pesaro-Urbino: arrestata guardia venatoria. Era un bracconiere

Un uomo di 66 anni della provincia di Pesaro è stato arrestato dopo che, nella sua abitazione, è stato scoperto un vero e proprio arsenale di armi e munizioni illegali. L’anziano, che operava come guardia venatoria volontaria, era infatti anche un indefesso cacciatore di frodo ed è stato individuato nell’ambito di una complessa operazione antibracconaggio condotta dalla Forestale tra le province di Ancona e Pesaro-Urbino. Altri due uomini, rispettivamente di 55 e 66 anni, sono stati invece denunciati.

I tre bracconieri sono stati scoperti a seguito di lunghi pedinamenti e appostamenti durati sette mesi: colti in flagranza di reato con due richiami vivi, altri uccelli appena catturati e una rete da uccellagione hanno cercato la fuga a bordo della loro vettura ma sono stati infine raggiunti dalle forze dell’ordine.

Presso le loro abitazioni sono stati trovati 21 fucili detenuti illegalmente, 1 kg di polvere da sparo, oltre 4000 munizioni, più di 200 richiami vivi, richiami elettromagnetici, lacci da cinghiale, trappole per la cattura di passeriformi e anelli per l’inanellamento illegale dell’avifauna.

Il guardiacaccia-bracconiere è stato condotto presso la casa circondariale di Villa Festiggi, a Pesaro.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

11 Commenti

  1. Se uno fa una scelta come quella della caccia è vero che lo fà seguendo le leggi e regolamenti ma si tratta sempre di sparare con un fucile a pallettoni non certo si usa il fioretto o la sciabola.Qui si cerca di fare valere i diritti degli animali e di sacrificarne quanto meno possibile cercando di usare l’intelligenza,Utopia?,forse,è un utopia però senza violenza a differenza di quelle che ci sono state nel ‘900.Anche i cacciatori hanno diritto di parlare anzi ben vengano per confrontarsi!

  2. P.S. “Gianni” e “Mariano” (ed anche mio nonno in carriola), sono la stessa persona. Ovviamente.

  3. Lasciatelo perdere, cari amici di A4A. Uno che scrive certe cose (e che fa certe cose), a me fa soltanto pena.

  4. Gentile Mariano, pur non condividendo (naturalmente) la tua scelta di andare a caccia ti ringraziamo per esserti porto con toni educati e civili.

  5. gentile Gianni, ci auguriamo che il tuo sia un commento ironico. Diversamente, ti consigliamo di leggere i dati sulle vittime (umane) che la caccia (autorizzata) miete ogni anno e tutti i fatti di cronaca relativi ai reati commessi da persone in possesso di regolare tesserino venatorio. La vostra non è in alcun modo una categoria esente da azioni criminali secondo legge e morale quindi per cortesia non venire qui a fare proclami di questo genere. Saluti.

  6. Elisabetta lelli,sarai tu una brutta persona.. non noi Cacciatori che siamo brava gente che paga le tasse e in più paghiamo anche profumatamente il governo e i danni che la fauna fa!! Noi siamo brava gente incensurata per legge!se no non possiamo andare a caccia! Il cacciatore non centra nulla con il bracconaggio!perciò non evita di dire certe cose!

  7. Ciao Elisabetta volevo semplicemente dirti di non fare tutta l’erba un fascio…C’è un regolamento sulla caccia …ognuno di noi agisce come meglio crede..

  8. Non si può smantellare la forestale, purtroppo gli infami e gli assassini sono dovunque.

    Che brutta gente, ho letto bene casa circondariale???
    Chissà che per una volta non sconti la galera questo infame!

  9. Arboit Giovanni

    Diamogli l’ergastolo visto che npn ha l’immunitá parlamentare come ai prossimi senatori. Ai corruttori invece diamogli i vitalizzi e l’immunitá ed un encomio solenne . Povera Italia piena di italioti

  10. Io spero che la Forestale resti ancora molto a lungo altrimenti poi non si devono lamentare se qualcuno si fa giustizia da se.

  11. Bracconieri e cacciatori, tutta bruttissima gente, e questo qui non fa alcuna eccezione.
    Ma ora, un liquame umanoide come questo, come pagherà per i propri crimini?!? Lo manderanno a raccogliere camomilla? Lo manderanno a dirigere il traffico di foglie secche? Lo multeranno di qualche centinaio di Euro e poi lo manderanno a casetta <— "soluzione" probabile e possibile in un Paese di chiacchieroni ipocriti come il mio… governato da abusivi che NON mi rappresentano.
    Grazie ovviamente alla Forestale, corpo paramilitare che i suddetti vogliono smantellare… mi pare?

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.