Home / Cronaca / Trento: orsa difende i suoi cuccioli. Emesso ordine di cattura, si teme l’abbattimento

Trento: orsa difende i suoi cuccioli. Emesso ordine di cattura, si teme l’abbattimento

È stata subito emessa un’ordinanza di cattura per Daniza, l’orsa che, nei boschi trentini di Pinzolo, ha allontanato dai suoi cuccioli un cercatore di funghi troppo curioso.

Non è ancora chiaro che fine farà Daniza, che pure ha avuto un comportamento perfettamente naturale e motivato, ma il grande timore è ora il suo abbattimento. Ad emettere l’ordine di cattura è stata, nelle ore immediatamente successive all’incidente, la Provincia di Trento.

Ciò che in pratica sarebbe accaduto (almeno nella versione dell’uomo) è che il cercatore di funghi, imbattutosi nell’orsa e nei suoi due cuccioli, si sarebbe nascosto dietro un albero per osservarli da una trentina di metri di distanza soltanto. Il suo atteggiamento avrebbe naturalmente insospettito e innervosito Daniza che, nel tentativo di proteggere i suoi piccoli, avrebbe tirato due zampate verso l’uomo, per allontanarlo, e gli avrebbe morso uno scarpone.

Vale la pena precisare che il cercatore di funghi non si è fatto praticamente nulla e, dopo una rapida medicazione, è tornato sano e salvo a casa. Ha, però, subito denunciato il fatto e mamma orsa, che è munita di radiocollare, è stata facilmente individuata.

Ora per lei si preannuncia la cattura, che sembra confermata, e neppure il rischio dell’uccisione è scongiurato.

L’assessore Michele Dallapiccola parla di “comportamento anomalo dell’orsa” ma il WWF non ci sta.

“L’orsa Daniza non può essere considerata un animale pericoloso”, spiega a Geapress Massimiliano Rocco, Responsabile Programma Specie di WWF Italia. “Catturarla proprio ora, con i suoi cuccioli, significa decretare la sconfitta della possibilità di convivenza con la popolazione orsina. Una femmina con i cuccioli potrebbe rappresentare un pericolo ma io starei attento a definire così facilmente un comportamento anomalo. In base a quanto riferito dall’Assessore, sembra di capire che l’uomo si è immediatamente allontanato e nascosto. Così, però, potrebbe aver stimolato la reazione dell’orsa in un periodo molto particolare come quello del mantenimento dei cuccioli. L’orsa potrebbe avere intuito una minaccia, l’ha cercata e una volta scovata ha cercato di allontanarla”.

Secondo l’esperto del WWF, in casi come questi è consigliabile “farsi vedere, parlare e nel caso allontanarsi con calma, senza mai dare le spalle”.

Quello che ora aspetta la famiglia ordina è “una cattura con i cuccioli, un fatto che mi sembra incredibile anche alla luce del racconto così come riportato. Non mi sembra il caso, anzi, è assurdo emanare un’ordinanza che rappresenterebbe la sconfitta della possibile convivenza tra uomo e orsi”, conclude Rocco, aggiungendo che WWF seguirà con attenzione la vicenda.

Sottolineiamo che la Provincia di Trento, soltanto un mese fa, ha dato l’OK all’abbattimento di orsi ritenuti “problematici”: ne avevamo parlato qui.

AZIONI DA INTRAPRENDERE:

Cliccate qui per firmare la petizione che chiede la revoca immediata dell’ordinanza che autorizza l’uccisione degli orsi in Trentino.

Cliccate qui per partecipare al mail bombing organizzato da Animal Equality per chiedere che all’orsa Daniza sia risparmiata la vita.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

20 Commenti

  1. Oddio… mi era sfuggito l’abbraccio ricambiato. Perdonata?
    ((( <3 )))

  2. Cari amici (tutti), questo è un OT e riguarda lo scontro avvenuto ieri fra i due Tornado e il conseguente violentissimo incendio scoppiato fra i comuni di Venarotta e di Gimigliano, (AP), che la caduta di frammenti di aereo e detriti ha provocato.a circa 30 chilometri dalla mia residenza.
    Non mi soffermo sula scomparsa dei quattro piloti, (se ne sta già parlando abbastanza), ma sulla tragedia dell’incendio in sé; cinque focolai di grosse proporzioni sparsi su un fronte boschivo dell’estensione d svariati chilometri, in corrispondenza dei Monti della Laga.
    La scorsa notte l’aria era irrespirabile, ho sentito al telefono un amico Vigile del Fuoco il quale mi ha riferito che, sebbene le fiamme “fossero quasi state domate”, sono andati comunque distrutti parecchi ettari di bosco e molti animali sono morti bruciati.
    E’ ovvio che attualmente l’attenzione mediatica sia incentrata sulla ricerca dei piloti e co-piloti scomparsi e forse anche sulla diatriba che si prospetta sul fatto che i cieli ascolani siano continuamente scenario di attività addestrative militari di normale prassi, visto che l’area di Ascoli Piceno è una zona di rotte (approvate in base alle regole del volo), previste per questo genere di attività.
    Intanto continuo a veder passare svariati mezzi Aerei Antincendio, segno che gli incendi non sono ancora purtroppo stati spenti.
    Il rogo del 19 Agosto richiama quello del 7 Agosto scorso, che devastò la Riserva Naturale Integrale della Sentina, in provincia di AP.
    Inutile esprimervi quanto sia triste e preoccupata per quanto accaduto e sta ancora accadendo…
    Un abbraccio.

  3. Pare che l’evento di Mail Bombing creato su facebook sia stato rimosso perchè nessuno riesce più ad accedervi. Qualcuno è in grado di diffondere nuovamente gli indirizzi mail a cui scrivere? Mi sembra aberrante che la vogliano catturare, e ancora più aberrante che venga eliminato un evento di questo tipo!

  4. Esattamente, Johnny. Non sono riuscita a leggere il documento per intero, nonostante questo mi pare di evincere molte incongruenze. Ad esempio, si parla di “area protetta”; che ci fa un cercatore di funghi in un’area protetta? (?) Si legge di “radio-tracking”; gli addetti al monitoraggio degli orsi che abitano l’area protetta… non dovrebbero (per l’appunto) monitorare spostamenti, comportamenti, eventi e quant’altro riguardi prettamente gli orsi? (?). A parte il procedere per “si fa – si disfa”, (sono degli incapaci?), ad un certo punto si legge che il “Rapporto Bears – Status Survey and Conservation Action Plan (evidenzia) negli ultimi 10 anni pari a circa 10 individui, in diminuzione”. In un altro rapporto, dello stesso periodo, si legge di un raggio di “circa 600 km2 di territorio” […] riservato ai (pochi) esemplari di orsi. Al di là delle incongruenze non mi resta che chiedermi: ma il fungarolo… quanto è sfigato? O incompetente? O ignorante? La cosa mi puzza assai. E comunque il Parco Naturale Adamello Brenta rappresenta la posizione centrale di “un’area estesa ben 6.495 km2”, secondo gli studi di “fattibilità” del Progetto Life Ursus. Un sacco di spazio, una zona praticamente immensa, anche se e l’habitat idoneo all’orso sulle Alpi è ridotto nel tempo dal “capillare sfruttamento agricolo e zootecnico degli ambienti montani” (leggi “invasione da parte dell’uomo”). In ogni caso, la cosa mi puzza sempre di più.
    Alla voce “Attitudine dei residenti” si legge di “persecuzione diretta operata dall’uomo”. Il Progetto pare destinato al fallimento.Di nuovo. Mi sembra di capire che la presenza degli orsi rompa le scatole a parecchi. Ed infatti (ma guarda!), “il disturbo antropico appare come l’unico fattore critico per il successo dell’iniziativa”. Leggo di recinti elettrificati, leggo di “presunta” rabbia silvestre nelle aree di cattura (sottolineo l’aggettivo “PRESUNTA”), di albergatori, pastori, cacciatori… e mi pare di stare assistendo ad una partita di pallone: Orsi contro Umani. Indovinate chi vincerà la partita.
    […]
    Il 17 maggio 2000, alle ore 22.05, viene catturata una “femmina di età presunta pari a 5 anni e peso reale di 100 kg, in buone condizioni di salute. Al termine delle operazioni previste, l’animale è ritenuto idoneo per la traslocazione in Italia. All’individuo viene dato il nome di Daniza.”. Il viaggio, dalla Slovenia alla Val di Tovel, ha la durata di oltre 11 ore. Daniza (io continuavo a chiamarla “Danizia”), Leggo inoltre: “L’alta Val di Tovel, in particolare due zone situate a circa 1500-1600 m di quota e chiuse al traffico privato […]”. La cosa mi puzza e mi stra-puzza. Arrivo al capitolo “I conflitti tra uomini e orsi hanno “radici” culturali”… ed è inevitabile la consueta tristezza.
    Poi arrivo al capitolo riguardante gli orsi “problematici-pericolosi”:
    “Si ha invece a che fare con orsi pericolosi” quando una serie di comportamenti lasciano prevedere una potenziale minaccia all’incolumità delle persone.
    Un primo passo verso la pericolosità dell’esemplare emerge da una progressiva
    assuefazione alla presenza antropica. […]
    L’orsa Daniza risulterebbe già stata bollata come “orso pericoloso”, non raccontiamoci frottole. Sarà uccisa, è quel che temo, anche se non lo auspico, ovviamente. L’orsa Daniza non ha mai manifestato “una serie” di comportamenti “pericolosi” e/o “minacciosi” (verso l’umano), a parte quando un idiota s’è soffermato a trenta metri da lei e dalla sua prole. Cribbio! Trenta metri, per un orso, equivalgono a 2 centimetri quadrati umani! Eh, ma il fungarolo è stato dichiarato un “esperto conoscitore”. Esperto conoscitore di cosa… di chi?
    Forse di gallinacci e chiodini. Forse.
    Perdonatemi se mi sono tanto dilungata. E perdonate gli eventuali errori.

    Una delle ciliegine sulla Torta degli Umani Fallimenti: http://controversiaorsobrunotrentino.blogspot.it/2008/12/partiti-politici.html

    Vi saluto, amici. Che tristezza…

  5. Grazie alla Redazione e anche ad Elisabetta!

    Elisabetta scusa, parli di questo? (Grazie anche per gli altri link).
    http://www.pnab.it/uploads/media/parco_documenti18_orso.pdf

    Secondo me comunque questa storia è tutta una montatura (ma magari mi sbaglio).
    Mi sa tanto di Biancone, il cane di quartiere che hanno tolto con una scusa nella mia città, e i fatti sono confermati!

    Facile dare la colpa agli animali, non parlano, non capiscono cosa di male gli si vuol fare, non hanno avvocati, nulla.
    L’orsa a quanto pare è molto conosciuta nella zona e non ha mai dato problemi, mi sembra strano che aggredisca un “uomo” a 30 m di distanza che si nasconde dietro un albero!

    A proposito, i testimoni?
    Potrebbe anche essere caduto il tizio.

    Che pubblicassero i referti medici, e si avviasse un’indagine formale in tal senso.
    Io comunque non credo a questa storia e intanto le firme a favore di Daniza e i suoi cuccioli viaggiano sulle 6700.

    Un caro saluto a tutti voi e speriamo bene.

  6. Scommettiamo che l’orsa, già bollata come “pericolosa” (?) sarà abbattuta… perché pericolosa (non è un ghirigoro di parole)?

    Intanto questo è quanto:
    http://www.news.giudicarie.com/it/in-giudicarie/5284-l-orsa-daniza-verrà-catturata-emessa-l-ordinanza-da-parte-della-provincia-intanto-daniele-maturi-è-stato-dimesso-dall-ospedale-di-tione.html

  7. Scusate (di nuovo). Ma di chi stiamo parlando?!? Che puzza! Che gran puzza, vero, Johnny!
    http://www.predazzoblog.it/vitalizi-doro-protesta-e-occupazione-al-consiglio-provinciale-di-trento/

  8. Grazie di Cuore anche da me, Johnny!
    Ma pare sia stata firmata l’Ordinanza di cattura. Che fine le faranno fare? Se la portano a casetta? Rifanno Riccidoro e i DUE orsi?!? Che tristezza!
    E comunque, tutta questa storia puzza anche a me, accidenti! Siamo in Italia, è vero, Johnny. Qui, gli idioti —miracolati— come questo qui li medicano con un po’ di tintura di iodio, poi li intervistano. Non gli danno un calcio dove non batte il sole!

    http://www.pinzolodolomiti.it/valrendena/orsi.html <<<— ALLORA? Vi state grattando? Che fine ha fatto il Progetto Life Ursus?!?!?!?!?

  9. grande johnny come sempre! Grazie!

  10. Premettendo che chi da fastidio a mamma orsa con cucciolata è un emerito idiota imbecille, io credo che onestamente la questione puzzi e pure tanto.
    Credo sinceramente che il tizio “presunto cercatore di funghi” (perchè quelli seri hanno rispetto e conoscienza della natura, oltre che un cervello funzionante e stè cazzate mai sentite, io stesso ho visto innumerevoli cinghiali con cuccioli – anche a molta meno distanza – e una volta anche 2 lupi, facilmente immaginabile l’emozione, ma mai successo nulla perchè so come comportarmi) dovrebbe essere multato per aver infastidito un animale con i suoi cuccioli che tra l’altro è pure protetto, il cui habitat è in forte diminuzione e per l’appunto in pericolo.

    Invece no, ci si deve pure sorbire il falso moralismo di un assessore che si improvvisa etologo con specializzazione in plantigradi e grandi mammiferi, ma io mi domando seriamente se certa gente si diverte (e guadagna) a sparare a zero su ciò che non conosce, cosa ne sa un assessore di boschi, orsi, montagne?
    Nulla però parla, si parla subito di come abbattere, ammazzare gli orsi, tanto lo volevano già fare, serviva solo una scusa valida, ed eccola qui.

    La questione non è chiara e mica tanto ci credo alla fine che quello sia stato ferito dall’orsa se devo essere onesto.
    In caso comunque NON c’è stato alcun comportamento anomalo dell’orsa che era spaventata per i suoi cuccioli, sempre che sia vera questa versione ovviamente, e anzi l’animale avrebbe ricacciato “l’uomo” cercando di farlo desistere dall’avvicinarsi ai suoi piccoli – ripeto, sempre se tutto questo corrisponde alla realtà – ed ho i miei grossi dubbi.

    Due graffi e via ad ogni modo per una stupida bravata, mah!
    In un paese serio il tizio sarebbe stato sanzionato duramente, ma noi non viviamo in un paese serio.

    La vera domanda da farsi a questo punto è:
    A chi credere?
    All’orsa che si stava facendo i fatti suoi nel suo ambiente naturale con i suoi piccoli, o alla parola dell’uomo che invade ed infastidisce (quando va bene) tutto e tutti pure i suoi simili e poi fa la vittima incompresa?

    Io una mezza idea già ce l’ho…

    Lasciate in pace gli orsi!

  11. Abbraccio ricambiato Elisabetta!

  12. Assolutamente, sì! E in ogni caso voi ci siete sempre stati. Avete soltanto scritto meno, ma siete sempre stati all’erta, lo sappiamo bene.

    Un abbraccio a TUTTI gli amici, animali inclusi.
    E.

  13. grazie rosanna 🙂 ricominciamo lunedì a pubblicare ma questa notizia andava data subito.

  14. Mi pare incredibile che ancora nel 2014 si parli di abbattimento di animali anziché di tolleranza dato che sono gli uomini a invadere quel pico chevresta del loro habitat e nn viceversa. Ma la crudeltà e l’ idiozia sono insiti nell’ uomo e finché ci sarannonesseri viventibda uccidere sara cosi ‘ , fino alla fine dei tempi.

  15. sergio zanganelli

    Ho già commentato in più parti augurando la sfiga sempiterna a chi dovesse far del male a questa mamma

  16. Innanzitutto un bacio a voi <3
    Giudico scemo e prepotente il comportamento del funghidiota, che:
    1) dovrebbe sapere CHI è "padrone" di certi luoghi (di certo non lui);
    2) non ha perso tempo a denunciare un atto normalissimo per un'orsa, madre che naturalmente protegge i propri figli dall'intruso;
    3) immagino che il funghidiota abbia corso a gambe levate, invece di arretrare lentamente e non di spalle. Se Danizia avesse veramente avuto l'intenzione di fargli del male non si sarebbe certo limitata a un paio di graffietti e a mordere uno scarpone, ma lo avrebbe sbranato.
    Qualora la Provincia di TN dovesse decidere di ammazzare questa mamma ed i suoi cuccioli, spero non accada!, scateneremo l'inferno! Credo comunque bisognerebbe manifestare preventivamente, assodata l'idiozia di certuni.

  17. Ecco, mancava proprio il cercatore deficiente di funghi che rompe le balle all’orsa e ai suoi piccoli! Speriamo che chi ha emesso questa ordinanza rinsavisca e la cancelli immediatamente!
    P.S.: ci mancavano le vostre notizie, per lo meno, a me personalmente molto!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.