Home / Cronaca / Firenze: sequestro di animali. il proprietario già denunciato in passato per maltrattamento

Firenze: sequestro di animali. il proprietario già denunciato in passato per maltrattamento

Tre cavalli, un asino e due cani detenuti in pessime condizioni sono stati sequestrati a Mercatale, in provincia di Firenze, ad un uomo che già in passato era stato denunciato per maltrattamento di animali. Agli animali si è giunti attraverso una operazione congiunta tra associazioni e forze dell’ordine: si trovavano ammassati in una sorta di mini-allevamento abusivo dentro un bosco, e la struttura non rispettava neppure i requisiti minimi di benessere animale.

In particolare, i tre cavalli risultavano costantemente rinchiusi in spazi piccolissimi e fatiscenti, costretti a nutrirsi di fiero ammuffito e a bere acqua stagnante. Il tutto, naturalmente, in un ambiente lurido e pieno di deiezioni mai pulite.

L’asino era addirittura chiuso in gabbia, così come anche i due cani sequestrati. A nessuno degli animali, a quanto pare, era concesso di sgambare.

La situazione era già stata denunciata in un esposto ai Carabinieri datato 10 aprile 2014 ma soltanto dopo alcuni mesi di monitoraggio e pressione sulle autorità si è arrivati all’epilogo, a fine luglio, sequestrando gli animali e trasferendoli in un luogo più idoneo. Il proprietario è stato denunciato per maltrattamento di animali, ma il particolare più notevole dell’intera storia è che lo stesso personaggio era stato oggetto, due anni fa, di una denuncia analoga e di un altro sequestro, stavolta di pecore, capre, cavalli, mucche e asini.

Il sequestro del 30 luglio scorso è stato invece possibile grazie alla collaborazione tra Carabinieri, Corpo Forestale dello Stato, ASL 10 e due associazioni, AnimaEquina e Italian Horse Protection Association.

In considerazione della gravità della vicenda, il presidente di IHP Sonny Richichi ha così dichiarato: “Quanto avvenuto dimostra che la strada per una concreta applicazione della legge 189 è ancora lunga. Da un lato ci sono persone che decidono di prendere animali senza avere né spazi adeguati né alcuna conoscenza delle loro necessità etologiche. Dall’altra, vi sono controlli ancora troppo carenti: ci chiediamo come sia possibile che questa persona, già segnalata in passato, abbia potuto continuare a prendere animali. E perché, per liberare questi ultimi da una condizione di sofferenza, sia stato necessario un esposto e un pressing costante da parte delle associazioni, durato mesi”.

Foto: uno dei cavalli sequestrati (Fonte IHP).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. Questo paese è morto.
    Adesso che gli faranno?
    NIENTE.

    Cosa farà questo infame?
    Ricomincerà come se niente fosse.

    Che schifo!!!

  2. Legge 189? Che sarebbe? Un optional cartaceo?? MavaffanBrodo, va’!

  3. Era già stato denunciato per maltrattamenti, poi questa segnalazione data da aprile 2014 (e siamo in agosto) ma cosa devono fare questi figuri perchè le istituzioni muovano il c..o? oltre che scaldare le sedie sulle quali sono seduti? e pagati?

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.