Home / Cronaca / Hoarding a La Spezia: sepolta viva in casa con diciannove animali. Cinque sequestrati

Hoarding a La Spezia: sepolta viva in casa con diciannove animali. Cinque sequestrati

Diversi animali sono stati sequestrati a Fabiano, nei pressi di La Spezia, dopo essere stati ritrovati chiusi in casa in condizioni di detenzione del tutto inadeguate.

Sul posto, a seguito di un esposto presentato da alcuni condomini, si sono presentati ASL, Guardia Forestale, Comune e Polizia: all’interno di una abitazione, senza mai uscire, vivevano assieme ad un anziano di 79 anni e alla figlia di 39 quasi una ventina di animali. Nel dettaglio si trattava di dieci cani, di cui cinque non microchippati, sette gatti, un coniglio e due canarini.

Le condizioni dell’appartamento erano, come comprensibile, pessime e l’odore emanato insopportabile: a terra risultavano presenti avanzi di cibo, i mobili erano stati accatastati come a voler impedire l’accesso alle stanze e l’aria era satura di ammoniaca e puzzo di escrementi.

La 39enne ha provato a giustificarsi sostenendo di avere un accordo verbale con l’Ufficio Provinciale per la Tutela Animali in merito ad una rapida soluzione della vicenda. In ogni caso, le autorità hanno provveduto al sequestro dei cinque cani non dotati di microchip e al loro trasferimento in un canile.

Si starebbe, al momento, cercando di comprendere come meglio gestire una evidente situazione di hoarding, ossia di accumulo incontrollato di animali domestici: un disturbo che colpisce diverse persone che, nel tentativo, spesso in buona fede, di aiutare i più deboli finiscono col recluderne in grande numero non riuscendo più ad occuparsene in maniera adeguata.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

6 Commenti

  1. Si è vero, e chi per disgrazia e chi per menefreghismo nella famiglia c’è una brutta situazione, hai ragione, l’avevo dimenticato.

  2. Non soltanto le Istituzioni, Johnny.
    Sono assenti anche coloro che, pur facendo parte della famiglia, se ne strafregano (e c’hanno pure da ridire)! Qui si toccano tasti mooooolto dolenti, per quanto MI riguarda. Vabbè, lasciamo perdeeeeeeee… (tanto…)…

  3. Eh già, Barbara.
    Bacione.

  4. Il discorso è complicato e delicato, queste persone vanno sicuramente aiutate, ma è anche vero che le istituzioni sono del tutto (o quasi) latitanti in genere, figuriamoci in materia di animali.

    Siamo ridotti proprio male.

  5. qui però hanno bisogno anche le persone non solo gli animai…….e concordo con Elisabetta,qui i colpevoli sono diversi……

  6. Quante ne avrei da dire in merito!!! Quante A CHI SO IO!!!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.