Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Provincia di Grosseto, lupo ucciso e lasciato in piazza. LAV: “5000 euro di taglia sul killer”

Provincia di Grosseto, lupo ucciso e lasciato in piazza. LAV: “5000 euro di taglia sul killer”

La provincia di Grosseto, tristemente famosa per le feroci uccisioni di lupi degli ultimi mesi, torna alla ribalta con un caso analogo. Il corpo senza vita di un superpredatore è stato “recapitato” nella piazza di Semproniano dopo essere stato freddato da una fucilata. I resti sono stati disposti in bella vista nella notte tra sabato e domenica, in modo che tutti potessero notarli.

Dopo il ritrovamento, il lupo ucciso è stato preso in carico dai Carabinieri che lo hanno trasferito presso il locale CRAS, in attesa della consegna all’Istituto Zooprofilattico di Grosseto per tutte le necessarie analisi post-mortem.

Non è la prima volta che, nella zona, un lupo brutalmente ammazzato viene lasciato in una piazza cittadina a mo’ di avvertimento: era già avvenuto lo scorso marzo a Roccalbegna. In un anno circa, nella sola provincia di Grosseto, sono stati con questo undici i lupi uccisi: al ritmo di quasi uno al mese.

LAV Grosseto è subito intervenuta sulla vicenda segnalando, sulla propria pagina Facebook, di voler mettere a disposizione una taglia di 5000 euro come ricompensa “per chi fornirà informazioni utili ad identificare i responsabili della morte del lupo ucciso a Semproniano e di qualunque degli altri lupi o canidi uccisi con lacci, fucilate e bastonate da marzo 2013 ad oggi nella provincia di Grosseto”.

LAV sottolinea come sia proprio della zona “il triste record a livello nazionale” in questo senso.

“La gravissima situazione che si sta verificando in Maremma, con una simile scia di crimini seriali nei confronti degli animali, non ha finora portato, purtroppo, a nessuna imputazione. Né si è a conoscenza dello sviluppo delle indagini in merito. Per questo la LAV scriverà al Procuratore Capo della Repubblica di Grosseto, sollecitando un’azione investigativa che permetta di mettere fine a una strage che si sta portando avanti con modalità da crimine organizzato da parte di ignoti. L’apice del fenomeno si è verificato il 13 febbraio 2014, quando gli operai del Comune di Scansano ritrovarono una testa mozzata di lupo o ibrido appesa sulla rotatoria di ingresso all’abitato con un cartello che inneggiava allo sterminio dei predatori e accusava LAV, Enpa e WWF. Il primo della serie dei casi recenti avvenne il 18 marzo dello scorso anno, quando un canide fu trovato ucciso nella piazza di Roccalbegna”, continua il comunicato della Lega Anti Vivisezione.

Il responsabile di LAV Grosseto, Giacomo Bottinelli, è certo che nella zona non possa essere del tutto sconosciuta l’identità dell’autore o degli autori di tali delitti: “Siamo convinti che una forma di omertà copra i responsabili di queste orribili azioni, che per la maggior parte sono concentrate in pochi Comuni, ed è proprio questo muro che dobbiamo abbattere, anche per ripristinare un’immagine civile della Maremma”.

“Quest’ultimo caso arriva peraltro proprio nel pieno della stagione turistica, amplificando le ripercussioni negative”, continua ancora Bottinelli, sottolineando che, in Regione Toscana, LAV è parte del Tavolo Tecnico per la prevenzione alle predazioni e ha recentemente presentato anche un pacchetto di proposte proprio in questo senso. “Ma evidentemente gli sforzi comuni per raggiungere obiettivi concreti, e il recente stanziamento di ben quattro milioni di euro da parte della Regione, non possono che essere danneggiati da questi atti violenti e criminali, dai quali tutta la Maremma civile deve prendere le distanze e contribuire a far punire esecutori e mandanti”.

Nella foto: un lupo ucciso (archivio).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. Beh 5000 euro sono una somma da svenire per fare 2 soffiate anonime e far prendere il o il colpevole…io ci penserei bene, in periodo di crisi profondissima come questa 5 “carte” io non me le farei sfuggire e penserei solo a beccarmi questo bel mucchio di soldi!!!!
    Andassero a fare nel culetto gli altri, i soldi sò soldi e questi ne sono davvero tanti!

    Forza che la posta è alta!

  2. Ennesimo vergognoso e vile atto di un ominicchio senza coXXioni.
    È evidente che oramai siamo in pieno far west, nessuna tutela per gli animali e per gli innocenti in genere, vittime abbandonate a se stesse. Siamo in epopea far west ed è giusto ripristinare le taglie. Si danza al ritmo della musica che si suona, gente!

  3. Bastaaaaaaaa!!!!!!! Non è possibile che vengano assassinati tutti questi lupi in modo così atroce!!!! Ma che regia occulta c’è dietro a tutto questo?????? Ma un lupo che ne sbrani qualcuno di questi delinquenti non c’è, cavolo?????

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com