Home / Cronaca / Caccia: il Governo italiano conferma l’uso dei richiami vivi. Le associazioni: “Vergogna”

Caccia: il Governo italiano conferma l’uso dei richiami vivi. Le associazioni: “Vergogna”

“Con 22 voti a favore e 18 contrari, le Commissioni Ambiente e Industria del Senato, in seduta comune, hanno approvato il testo del Governo che consente ancora la cattura e l’utilizzo dei piccoli uccelli migratori come richiami vivi, nonostante le richieste contrarie dell’Europa e delle centinaia di migliaia di cittadini che in queste settimane hanno sottoscritto le petizioni e testimoniato la loro indignazione a Governo e politica.

Determinante il cambio di posizione del Governo, che cedendo alle pressioni dei senatori filo venatori, ha in extremis modificato il testo originale del decreto 91 che prevedeva il divieto di cattura e la limitazione della detenzione dei richiami vivi. Determinante, inoltre, il voto dei senatori del PD, che con le encomiabili eccezioni di Laura Puppato e Monica Cirinnà, hanno votato compatti, su indicazione di partito, a sostegno di una delle pratiche più violente e subdole a danno degli uccelli selvatici.

Il nuovo testo partorito dal Governo prevede che si possa continuare a catturare e utilizzare piccoli uccelli selvatici come richiami vivi, salvo attivare le procedure di deroga. In sostanza, il medesimo testo già bocciato dalla Commissione Ambiente e che aveva spinto Bruxelles ad attivare la procedura di infrazione contro l’Italia, nel febbraio dello scorso anno. A tale testo viene aggiunto il riferimento ad un Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, che dovrebbe contenere le regole per la cattura dei richiami. La norma prevede tuttavia che il decreto, tra emanazione e recepimento regionale, sia pronto nel giro di un anno e, beffa finale, sia proposto dalla Conferenza delle regioni, ovvero dai soggetti responsabili delle infrazioni comunitarie! Un imbroglio linguistico, degno della peggior politica e teso a perpetuare il massacro sugli uccelli migratori, che renderà ingestibile la materia e spingerà la Commissione a dar seguito alla procedura.

“Si tratta di una delle pagine più penose degli ultimi anni, sotto il profilo del buon governo, della considerazione della natura, del riguardo ai cittadini italiani e del rispetto per le regole comunitarie – dichiarano le Associazioni Animalisti Italiani, Cabs, Enpa, Lac, Lav, Lipu-Birdlife Italia, Oipa, Wwf Italia -. Il Presidente Renzi e il Governo italiano entrano in Europa, per il semestre di Presidenza, con l’eredità di una procedura di infrazione aggravata, un deferimento alla Corte di Giustizia che da ieri è più vicino e con il fardello vergognoso della tortura legalizzata a milioni di piccoli uccelli migratori”.

“Tuttavia non è finita qui. Lavoreremo senza un attimo di sosta perché l’Europa punisca duramente l’arroganza italiana e la barbarie dei richiami vivi sparisca definitivamente dalla storia del nostro Paese”.”.

Comunicato stampa pubblicato da ENPA e LAV.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

5 Commenti

  1. Eh, già. E noi che credevamo che con Berly si fosse toccato il fondo, Johnny… 🙁

  2. Ma che ci si poteva aspettare da un governo di vili e venduti che stanno in tutti modi cercando anche di abolire il diritto di voto (per la seconda volta in meno di un anno)!

    Che?
    Richiami vivi?
    Ah…sono solo uccelli (non si vedono neanche), non valgono niente, aiutiamo i nostri amici cacciatori che poi tra lobby e logge, una mano lava l’altra e vai col massacro legalizzato di queste esche.

    Mi viene da vomitare sempre di più!

  3. grazie elisabetta. 🙂

  4. Con il vostro consenso, amici di A4A, vorrei condividere con tutti il video sotto.
    L’azione si svolge a Gozo (Malta) ed è stata ripresa da alcuni volontari e Bird Guards di CABS (The Committee Against Bird Slaughter) e SPA (non so per cosa stia l’acronimo).
    Il vigliacco in T-shirt verde/turchese e bermuda è stato multato di 1200 Euro (e non solo…), roba che da noi sarebbe impensabile, anche vi fosse una Legge “al contrario” di quella approvata dal Senato.
    Osservatelo, il vigliacco… che uno degli operatori ad un certo punto del video chiama “shit”. Ed è esattamente questo che sono, cacciatori e a questo punto anche certi PoliticantiSaltimbanchi:
    MMMerde. Niente altro che MMMerde.

    Vogliate gentilmente anche leggere qui —> http://iarmalta.blogspot.it/2013/04/the-committee-against-bird-slaughter.html

    Ovviamente anch’io grido forte il mio “VERGOGNA!” a quest’altra nefandezza, tutta rigorosamente e schifosamente Made in Italy!

    http://youtu.be/u75xmJUFt1c

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.