Home / Addii / Regno Unito: addio Daisy! È morta la cagnetta più anziana del Paese

Regno Unito: addio Daisy! È morta la cagnetta più anziana del Paese

Si chiamava Daisy ed era assodato che fosse la cagnolina più anziana di tutto il Regno Unito: è morta negli scorsi giorni all’età di 23 anni, nel sonno.

Disperata la famiglia, con la quale Daisy aveva trascorso oltre due decenni. Era stata adottata nel 1993, all’età di due anni, ed era sempre stata tranquilla, docile e affettuosa. In silenzio, senza disturbare, aveva seguito il suo umano Mark Barsby-Finch in ogni momento della sua esistenza, senza mai abbandonare il suo fianco.

Piano piano la vecchiaia s’era appropriata della sua salute ma Daisy aveva continuato a vivere. Molto, molto a lungo. Si è addormentata una sera per non svegliarsi più la mattina seguente: tra sei mesi, avrebbe compiuto 24 anni.

Addio Daisy, buon viaggio!

Nella foto: Daisy (fonte DailyMail).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. E’ una storia d’amore tra umani e animali che scalda il cuore,l’amore quello vero fa vivere a lungo e lei ,la dolce Daisy lo ha dimostrato così il suo amore ,stando a fianco del suo umano più a lungo possibile,ciao Daisy

  2. Per noi, che li amiamo tanto, non sono mai “vecchi”. Vorremmo non ci lasciassero mai, questi amici leali, questi compagni, figli, fratelli… Loro sono tutto ciò che di bello e di buono dovremmo essere noi umani. Loro sono parte di noi e dei nostri giorni. E non è vero che “gli manca la parola”, (che sciocchezza!), perché loro sanno parlare al nostro Cuore… e trovano sempre qualcosa di intelligente da dire.
    Arrivederci, dolcissima Daisy. Don’t give up, Mr. Barsby-Finch <3

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.