Home / Cronaca / Savona, ancora intolleranza: una montagna di escrementi lasciata nella colonia felina

Savona, ancora intolleranza: una montagna di escrementi lasciata nella colonia felina

La città di Savona non è purtroppo nuova ad episodi di intolleranza nei confronti degli animali e di chi li tutela. È notizia di questi giorni che una “montagna” di escrementi, forse canini, è stata depositata da ignoti di fronte alle casette per i gatti della colonia felina libera di via Nostra Signora del Monte.

A trovare “l’omaggio” è stata la volontaria che ogni giorno si prende cura degli animali. La donna ha prelevato un campione di escrementi e lo ha consegnato, come prova di reato, alla Polizia Municipale e al Servizio Veterinario ASL per poi sporgere denuncia.

Sarebbe infatti evidente che si tratti di un’azione di spregio deliberata e ben calcolata. ENPA commenta: “La colonia felina è costituita da soli dieci gatti, le cui femmine sono state da tempo sterilizzate a cura dei volontaria presso il Servizio Veterinario ASL 2 e il cui numero, proprio per questo, è stabile. Lo stato di salute e di pulizia degli animali è ottimale e la casetta è quasi invisibile, ricoperta di edera”.

“Quando le autorità, che dovrebbero per legge tutelare gli animali e la loro corretta convivenza in città, dimostrano invece di perseguitare loro e chi se ne occupa con proposte di regolamentazione punitive, la piccola ma attiva minoranza che odia cani, gatti e colombi alza il tiro”, continua la Protezione Animali. “In città si registrano spesso minacce e intimidazioni a danno delle gattare, che non trovano negli organi di vigilanza la giusta tutela e da cui ricevono addirittura ingiuste sanzioni e diffide. Eppure l’articolo 8 della legge regionale 23/2000 parla chiaro: i gatti che vivono in stato di libertà sul territorio sono protetti ed è fatto divieto a chiunque di maltrattarli o di allontanarli dal loro habitat, ovvero qualsiasi territorio o parte di esso, urbano o extraurbano, pubblico o privato, nel quale vive una colonia di gatti in modo stabile, prescindendo dal numero di soggetti che la compongono e dal fatto che sia o meno accudita dai cittadini”.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

9 Commenti

  1. A4A… LolllllllllL 😀

  2. A Rosy (ma anche gli altri a-mici). Aneddoto. Lo so, questo è troppo, ma… 😀 …

    Solitamente andiamo in vacanza in un luogo in Umbria. L’albergo è meraviglioso, un misto di architettura araba e francescana (sembra di stare a Medina, nonostante il chiostro tipico dei conventi francescani). C’è anche un pianoforte da concerto che ogni tanto vado a maltrattare… Immaginate ettari di bosco, piccole sorgenti e rivoli d’acqua pura, parco immenso, dove Miss Peggy scorrazza e impazza felice, quiete, uccellini che cantano, api e rondini che volano insieme, farfalle… Insomma, un luogo perfetto, ove il mondo sembra aver ri-preso il bel respiro dell’antica pace.
    Una sera, a cena, (di lato al parco, candele accese, musica araba in sottofondo, profumo di resina di antiche conifere…), chiediamo gentilmente delle carote lessate per Cimpipessa Peggy, che ne va ghiottissima. Dopo nemmeno dieci minuti arriva un cameriere gentilissimo. Reca un vassoio coperto in argento massiccio. Alza il coperchio. Contenuto: una coppa (in cristallo), colma di carote lessate tagliate a rondelle perfette (avranno utilizzato il metro da sartoria?), e, a parte, un’altra coppa (quest’altra in argento massiccio come il vassoio), colma di acqua “minerale naturale non di frigorifero”, tiene a precisare il cameriere. Il cameriere adagia il tutto in terra, molto professionalmente… posando delicatamente le stoviglie sopra ad un tovagliolo in fiandra bianchissimo.
    Ed ecco servito il dopo cena di Miss Peggy, sotto gli occhi strabuzzati di alcuni astanti.
    Non saprei dire quali (e quanti) pensieri burberi transitassero nel cervello degli astanti e onestamente poco m’interessava… Fatto sta che non mi sono divertita tanto. Ma chi s’è divertito di più è stata l’ignara di tutto Peggy, per nulla intimorita e per nulla interessata a tovaglia candida e stoviglie preziose… debitamente sporcando tutto quanto, da bravo cane, e spazzolando beatamente le sue adorate carote 😀

    Un abbraccio a tutti voi… con l’augurio di trovare luoghi (e camerieri), come questi ~~~<3
    E.

  3. cara Rosanna, immaginiamo che il signore criticone fosse sul punto di partire per le missioni o stesse mettendo da parte il pranzo per consegnarlo alla mensa dei poveri 😉

  4. Il fatto è che, di omuncoli così dementi è pieno il mondo, purtroppo!!!!!! Ce ne accorgiamo quasi quotidianamente! Pure in albergo (ci siamo concessi qualche giorno di vacanza a Rimini, capirai!) con la nostra cagnolina Lilli, abbiamo dovuto sentire una deficiente che sottovoce e in dialetto ci criticava perché “ci sono i bambini che hanno bisogno” . Ovviamente, non gliele abbiamo di certo mandate a dire……..

  5. brava Elisabetta…. 😉

  6. Se ne avete la possibilità installate le telecamere.

    Posso dirlo?
    No non lo dico perchè gli escrementi hanno sempre più dignità di questi luridi balordi incapaci.

  7. Oh, stella… soggett(ini) simili me li figuro come donnette poverette e/o omini dai coglion(cini). Pusillanimi veramente piccolini, insomma.
    Giuro, mano destra sul Cuore, che i toni sono moderatissimi e civilissimi 🙂

  8. concordo con Elisabetta,ma io mi “immagino”questo/a, che la mette da parte,e con sua soddisfazione la porta dai gatti,chissà nella sua povera mente cosa gli sembrerà mai di aver fatto quale atto eroico penserà di aver compiuto, questo essere non si rende conto di non venire compatito neanche da chi i gatti non li sopporta…..a casa mia la gente così viene detta povar sgraziè (povero disgraziato ,nel senso più dispregiativo della parola)…..

  9. Merda (andata pure a male), è chi ha fatto questo.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.