Home / Cronaca / [VIDEO] Brasile: il randagio che rischia la vita per portare il cibo ai suoi compagni

[VIDEO] Brasile: il randagio che rischia la vita per portare il cibo ai suoi compagni

È realmente commovente il video che vi mostriamo in chiusura di articolo e che racconta la storia di Lilica, una cagna randagia che vive in Brasile.

Lilica, abbandonata incinta nei pressi di una discarica qualche tempo fa, ha infatti l’abitudine di dividere il cibo che gli viene dato da una volontaria con gli altri animali che abitano l’area.

La sua storia, narrata per la prima volta nel 2013, ha catturato il cuore dei brasiliani e sta ora nuovamente facendo il giro del mondo, perché rappresenta una vera e propria lezione di generosità dalla quale molti essere umani avrebbero molto da imparare.

Negli ultimi tre anni, Lilica ha viaggiato ogni notte per due chilometri per “prelevare” il quotidiano sacco di plastica pieno di cibo che la professoressa Lucia Helena de Souza prepara per lei.

Lucia spiega di aver conosciuto Lilica qualche anno fa e di aver cominciato a nutrirla non appena si era resa conto che era un cane randagio: inizialmente, l’animale doveva occuparsi degli otto cuccioli che aveva messo al mondo. Ora che i suoi piccoli sono stati tutti adottati, la sua generosità si è rivolta agli altri animali che condividono con lei la discarica: cani, gatti, polli e persino un asinello.

Lucia racconta che una sera Lilica si era messa a fissare il sacchetto pieno di cibo che lei teneva in mano, come se stesse riflettendo. La vicina di casa della donna aveva a quel punto suggerito che il cane, forse, voleva portare il cibo nel posto che considerava la sua casa.

Spiega la professoressa: “Mi sono resa conto che, dopo aver mangiato, si metteva a fissare il cibo che rimaneva nella borsa”.

Lucia aveva quindi affidato il sacchetto a Lilica, che si era allontanata. Qualche sera dopo, seguendola, la donna si era resa conto che il cane percorreva un pericoloso tratto di strada lungo due chilometri, compreso di attraversamenti di carreggiata su cui transitano automobili, per “regalare” il resto del cibo agli altri animali della discarica in cui vive.

Da allora, ogni notte, la cagna ripete lo stesso percorso dopo aver mangiato una parte di cibo ed essersi presa un po’ di carezze da Lucia che, prima di lasciarla andare, le sussurra: “Fai attenzione, tesoro, prima di attraversare. Guarda sempre se arrivano le macchine”.

La storia di Lilica è commovente, dolce e amara allo stesso tempo.

Vi invitiamo a scoprirla meglio nel video in chiusura di articolo, che non contiene immagini cruente e può essere visto da tutti.

Foto: fonte video.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

9 Commenti

  1. Grazie per averci raccontato di Nerone e del suo amico piccione, Johnny. Che dolce storia… <3 Mi hai fatto fare un balzo alla mia "giovane giovinezza", quando avevo un cane di nome Nerone. Quando salvai una cucciolata dalla strada, in attesa dei nuovi amici umani che li adottassero, i cuccioli correvano fiduciosi da Nerone, scambiandolo per la mamma… Erano otto cuccioli in cerca di tepore, latte e coccole… e Nericchio (lo chiamava così mia madre), non sapeva dove cercare riparo dai quegli otto scalmanati di circa due mesi…
    Ah, che bei ricordi… ~~~<3

  2. Conoscevo già questa storia particolarissima e davvero molto bella.
    Nel rivedere il filmato rimango tuttora sorpreso e meravigliato della bellezza e il senso della vita degli animali, non tutti per carità, ma l’intellligenza cd comune è negli animali volta sempre a coesistere e portare un equilibrio.

    Non potrò mai dimenticare Nerone, il cane che viveva nel centro della mia città che proteggeva un piccione che aveva preso una botta da un auto.
    2 giorni sotto stretta sorveglianza del cagnone nero (e del vicinato che lui non faceva tanto avvicinare al volatile nonostante la sua indole molto docile ed amichevole) e poi è tornato a volare.

    Cosa dire?
    Una grande riflessione.

  3. Cara Barbara e cara Rosanna,
    è sempre tanto triste lasciarli andare…
    Per loro noi siamo onnipotenti, IL riferimento, LA salvezza… e quando i loro occhi colmi di sofferenza e di paura ci chiedono “Salvami, per favore… tu puoi farlo.”, a noi si spezza il Cuore. E’ vera innocenza, la loro. E’ la pura innocenza che insegna molto più di tante parole scritte e proferite… quella per la quale non si ha bisogno di studiare, ne’ di faticare, perché è perfetta e merita ogni bene possibile.
    Sono sempre più convinta vi sia quel luogo ove non esistono “insensate gerarchie di uomini e di animali”, ma la corrispondenza fra esseri fedeli a sé e a chi li ha amati.
    Un bacio.

  4. Lilica dolcissima! Speriamo che ti abbiano almeno sterilizzato! Un abbraccione da tutti noi!Per Elisabetta: la Mimma starà sicuramente giocando con le mie Megan e Perla (micie) e con la mia Tequila e il mio Poker (cani) sul Ponte e ci staranno guardando esortandoci ad andare avanti che c’è tantissimo da fare, per il bene di tanti altri come loro!

  5. mi spiace molto…..

  6. e troppocommovente dobbiamo imparare da loro che sensibilita

  7. Cara Barbara,
    purtroppo la mia adorata Mimma è morta il 28 Maggio scorso. Ho dovuto farla addormentare, ho dovuto prendere questa decisione sofferta, perché oramai i suoi reni non funzionando più stavano avvelenando il suo sangue, azoto, creatinina erano altissimi, dormiva continuamente e rifiutava cibo ed acqua… e i vet mi avevano detto che avrebbe sofferto. Ecco, la mia signora tigrotta color argento, che nel riconoscermi, mi faceva le fusa piano piano e mi guardava innamorata con il suo unico grande occhio color dell’ambra, si è addormentata fra le mie braccia.
    Sulla sua tomba ho voluto piantato dei semi di Bella di Notte. È fiorita ed è di uno splendido color viola.
    Un bacio, amica e sorella. Grazie per il tuo dolce pensiero.
    E.

  8. come dice Elisabetta possano gli esseri umani essere buoni e misericordiosi come questa “bestia”……(.ma io cara Elisabetta per iniziare sarei contenta se lo fossero anche solo la metà……)una buona domenica a te e i tuoi pucciosetti….(ho il terrore di domandare della micina ….)

  9. Un grande esempio di… umanità.
    Lilica, dolce creatura che ama il suo prossimo, veramente e senza fare distinzioni… grazie <3
    Possano gli esseri umani essere buoni e misericordiosi come questa "bestia"!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.